TRENTINO TRASPORTI PENALIZZATA: LA LEGA NORD INTERVIENE

0
33

Tempi duri per Trentino Trasporti, l’8 gennaio 2015, il personale di Trentino Trasporti Esercizio ha aderito allo sciopero indetto contro la cancellazione del contratto integrativo aziendale da parte della società (che potrebbe provocare anche la scomparsa dei 24 minuti ad agente unico), chiedendo di avviare una contrattazione per proseguire al rinnovo del contratto integrativo aziendale che sembra prevedere la soppressione dell’allegato 4 del CCNL sul rimborso del danno.

“Nonostante all’interno dell’azienda paiano esserci Dirigenti che ritengono l’agente unico un privilegio, molti sostengono che i 24 minuti sarebbero stati introdotti nel 2001 affinché l’autista potesse controllare al capolinea i titoli di viaggio poiché, nonostante la presenza delle obliteratrici, i “furbetti” sarebbero sempre presenti.”

“Ora però si scopre che l’azienda, forse con il supporto della Provincia autonoma di Trento, voglia togliere i 24 minuti a discapito, parrebbe, dell’effettuazione dei controlli dei ticket di viaggio. I dipendenti avrebbero quindi richiesto, a fronte di tale volontà, di riconoscere loro, quanto meno, l’effettivo orario di lavoro con la timbratura del cartellino e il controllo delle percorrenze.

Risulterebbe altresì incomprensibile che l’autista paghi di propria tasca i danni; ancora più se, ad esempio, la colpa non sarebbe a lui attribuibile ma alle condizioni climatiche o situazione particolare come ad esempio quanto avvenuto, stante segnalazioni giunte allo scrivente, in Valsugana tra due autobus in un tratto di strada molto stretto che ha comportato danni per un importo pari a circa 2.600,00 Euro di cui 650,00 Euro a carico dell’autista.” Scrive in una nota Maurizio Fugatti della Lega Nord.

Comments

comments