Trento, bocciata la proposta di Bezzi e Savoi sulle gestioni associate dei Comuni

0
500

Nella seduta tenutasi oggi 6 giugno 2018 del Consiglio provinciale di Trento, è stata bocciata la proposta di Giacomo Bezzi sulle gestioni associate dei Comuni.

La proposta voleva impegnare la Giunta sia a rivedere gli ambiti associativi individuati dall’esecutivo nel 2015, sia a rivedere l’applicazione dell’obbligatorietà per i Comuni ad esercitare in forma associata compiti e attività indicate nella legge e sospendere le decisioni fin qui assunte.

Successivamente all’aver riscontrato l’ostilità dell’assessore Carlo Daldoss alla modifica del vigente obbligo dei Comuni di ricorrere a gestione associata, i consiglieri comunali Alessandro Savoi e Giacomo Bezzi sono intervenuti con risolutezza per difendere la realtà dei comuni trentini. Sottolineando, in primis, quanto sia fondamentale il fatto che siano i territori a far nascere le forme migliori di gestione senza imposizioni dell’alto.

Secondariamente hanno evidenziato come “i piani alti”, prestando poca attenzione alle necessità specifiche dei comuni, abbiano messo in seria difficoltà gli amministratori locali.

Sia il consigliere della Lega, Savoi che il consigliere di Forza Trentino, Bezzi, hanno confermato il loro personale impegno, nella legislatura che avrà inizio il prossimo ottobre, a rimuovere l’obbligo per i Comuni di ricorrere a gestione associata. 

Concludendo hanno ribadito come l’attenzione per il territorio e il sostegno agli amministratori comunali debba essere una priorità, considerata sopratutto l’importanza che i Comuni hanno assunto .