Unità Mobile Oftalmica. Paoli (Lega): “Presentata mozione per valutare nuove campagne di prevenzione”

photocredit: facebook

È stata presentata nella mattinata odierna la proposta di mozione, con primo firmatario Denis Paoli, per valutare la programmazione – appoggiandosi ad associazioni e cooperative che risultassero già attive sul territorio e disponibili con l’Unità Mobile Oftalmica – di nuove campagne di prevenzione di patologie visive tramite gli ambulatori oculistici itineranti, con particolare riferimento a case di riposo, circoli anziani e zone che risultano meno prossime a presidi ospedalieri.

Denis Paoli in merito all’iniziativa ha dichiarato: “l’Unità Mobile Oftalmica  è un camper adibito ad ambulatorio oculistico itinerante per lo screening visivo, esame che consente di rilevare precocemente le principali patologie visive. Essendo appunto mobile, il mezzo può raggiungere anche le zone più periferiche del Trentino, con benefici tangibili per i cittadini sotto molteplici punti di vista”.

Entrando nello specifico il Consigliere di Lega Salvini Trentino ha aggiunto: “in primo luogo, si registra un miglioramento per quanto riguarda le tempistiche, dato che non sono più necessari tutti quei passaggi altrimenti obbligati quali l’impegnativa del medico di base, la presa d’appuntamento, l’attesa e il raggiungimento degli ambulatori”.

Il Consigliere Denis Paoli ha poi evidenziato come tali unità comporteranno un vantaggio non solo dal punto di vista economico, ma anche dal punto di vista umano, considerato che si potranno evitare trasferte troppo lontane per i pazienti che, per ragioni di età o di difficoltà motorie incontrano ostacoli rilevanti per raggiungere gli studi medici.

“Di qui l’opportunità, per la Provincia, di valutare la programmazione – appoggiandosi ad associazioni e cooperative che risultassero già attive e disponibili sul territorio con l’Unità Mobile Oftalmica – di nuove campagne di prevenzione, con particolare riferimento a case di riposo, circoli anziani e zone che risultano meno prossime a presidi ospedalieri”, ha poi concluso il Consigliere Denis Paoli.