Valdastico, il collasso stradale a Novaledo e il botta e risposta Paccher e Dallapiccola

Quella della Valdastico e del suo progetto di realizzazione è una tematica che continua a catalizzare l’opinione pubblica trentina, nelle ultime settimane sono stati in molti, tra esponenti politici locali e nazionali, che hanno voluto esprimere il loro punto di vista sulla vicenda.

Tra studi di fattibilità, dichiarazioni ufficiali e critiche varie l’opinione pubblica è tutt’ora divisa tra chi ritiene che la creazione di tale opera sia fondamentale per lo sviluppo economico della regione e tra chi, invece, pensa che l’attuale progetto sia da rivedere in toto.

Nelle ultime ore si sono scatenate nuove polemiche a causa delle dichiarazioni di Michele Dallapiccola. L’ex Assessore all’agricoltura si è lasciato andare, attraverso il suo profilo Instagram, ad una critica nei confronti di Roberto Paccher, reo di essersi congratulato con il Presidente Fugatti per l’annuncio della “vignetta” a pagamento per il traffico pesante nei pressi della Valsugana.

Nella giornata di ieri il Presidente del Consiglio regionale Roberto Paccher, attraverso una nota, aveva espresso la propria soddisfazione perla determinazione con cui Maurizio Fugatti aveva portato avanti il progetto “Valdastico” considerato fondamentale per lo sviluppo del Trentino.

Tali dichiarazioni devono aver, inspiegabilmente, urtato nel profondo l‘ex assessore del PATT Michele Dallapiccola che, attraverso il suo profilo ufficiale Instagram, non si è certo risparmiato parlando dell’attuale Presidente del Consiglio regionale.

Dallapiccola ha dapprima accusato Paccher di non rispettare il suo ruolo di Presidente, successivamente ha rincarato accusandolo di felicitarsi per un opera illegale (la vignetta) che porterebbe solo disagi alle comunità interessate dal passaggio della SS47. Infine, concludendo il post l’ex assessore ha accusato tutti gli esponenti della Lega di voler danneggiare, a tutti i costi, gli abitanti della valle “pur di dare contro a qualcosa o a qualcuno”.

A seguito di questo chiaro, e poco comprensibile, attacco gratuito non si è fatta attendere la risposta di Roberto Paccher che, attraverso il suo profilo ufficiale Facebook, ha voluto rispondere per le rime all’ex assessore del PATT: “Secondo l’ex assessore Michele Dallapiccola mettere una vignetta per contrastare il traffico pesante in Valsugana significherebbe creare un collasso al traffico di Novaledo. Ho un duplice sospetto. O qualcuno si è appropriato del profilo Facebook dell’ex assessore oppure Dallapiccola ha difficoltà ad assimilare la sconfitta elettorale subita”. Il Presidente del Consiglio regionale ha poi invitato Dallapiccola a prendersi un periodo di riposo, ricordandogli come la politica Trentina sia in grado di proseguire anche senza i suoi interventi.

Carlo Alberto Ribaudo