Lui, il burattino, non è al servizio dei poteri forti. Lui, il burattino, sta facendo una politica di sinistra. Lui, il burattino, è dalla parte di Papa Francesco e contro i vescovoni della Cei. In un'Italia anglizzata, le parole hanno perso buona parte del loro significato. Però non basta avere...
Atreju finisce sui giornali solo per una banale sfida ai fornelli, tanto per chiarire l'impatto mediatico della manifestazione. Qualcuno (pochi) si è accorto anche che si è discusso dell'annoso ed irrisolto problema di una alleanza nel centro destra. Irrisolto sì, ma anche irrisolvibile? Forse no. Perché esiste un denominatore...
Il burattino bugiardo ha promesso che la scuola italiana diventerà un fiore all'occhiello e garantirà la preparazione di una futura classe dirigente eccezionale, fantastica, ai primi posti in Europa se non nel mondo. D'altronde lui, il burattino, è un mago nelle false promesse. Ma proprio sulla scuola riesce a...
Capita, a volte, che persino Gramellini possa avere ragione. E ha sicuramente ragione quando rileva come lo scontro televisivo tra Rai e La 7, tra Giannini e Floris, abbia evidenziato il nulla cosmico della destra, del centrodestra, di qualsiasi cosa a livello politico ci sia oltre alla banda del...
Ultimi tra i Paesi del G7. Ma solo perché si evita di prendere in considerazione gruppi più estesi. In tal caso saremmo ultimi non tra 7 ma tra 8, tra 10, tra 20. Ed i 100-200-100.000 giorni di governo del burattino non cambiano nulla. Il verso non è cambiato....
Il Pil italiano cresce con droga e prostituzione e tutti si fanno una grande risata, nella convinzione che sia il solito espediente all'italiana per migliorare il rapporto tra Pil e debito e deficit. Non a caso anche il burattino ha ironizzato e minimizzato, sostenendo che nulla cambia in concreto....
Il burattino non va a Cernobbio al Forum Ambrosetti (e chissenefrega) ed i media - che non ricordano il dilemma morettiano (mi si nota di più se non vado o se vado e mi tengo in disparte) - scatenano un dibattito sulla necessità della presenza del premier di questa...
Il calcio è stato spesso considerato come una metafora. Metafora della guerra, metafora - negli anni dopo il '68 - anche del sesso con i soli attaccanti come maschi "normali" ed eterosessuali (il goal come penetrazione) ed i portieri con il complesso d'Edipo perché impedivano che la madre (la...
Servono scelte dolorose, assicura Squinzi. Come se non fossero state sufficienti quelle, demenziali e controproducenti, prese sino ad ora. Serve più coraggio da parte delle famiglie che devono spendere, aggiunge Deaglio-Fornero, come se le follie della sua signora non fossero responsabili del sacrosanto timore che attanaglia le famiglie italiane....
Tutti contro Alessandro Di Battista, il grillino che non ha affatto legittimato i tagliagole dell'Isis ma, correttamente, ha sostenuto che con loro va aperta una discussione. D'altronde tra amici la trattativa è superflua, è con i nemici che occorre discutere. Ma il vero problema non è come la dis...