Bolzano, approvate le linee guida per l’incentivazione di musei e collezioni

0
243

Nella sua ultima seduta la Giunta provinciale ha approvato le nuove linee guida per l’incentivazione di musei e collezioni collegate alla legge provinciale (n. 6/2017) su musei e collezioni.

Come già accaduto per la stesura della legge, queste nuove linee guida per la concessione di contributi per attività e investimenti museali sono state elaborate in forma partecipativa da un ampio gruppo di lavoro.

Il testo, infatti, è stato elaborato, insieme, da rappresentanti delle diverse tipologie di musei (musei comunali, ecclesiastici, specifici e musei provinciali) e delle cinque ripartizioni culturali della provincia. La bozza è stata poi presentata e discussa con tutti gli interessati in occasione di incontri pubblici svoltisi lo scorso autunno a Merano e a Brunico.

Le nuove linee guida per l’incentivazione di musei e collezioni prevedono contributi ordinari per attività museale, contributi per progetti e contributi per investimenti. Le linee guida valgono per tutte le domande di contributo presentate a partire dal 1° gennaio 2018.

La novità rispetto al passato è che esse fissano standard di qualità per tutti gli ambiti del lavoro museale, ad esempio organizzazione, collezionare e conservare, esporre e presentare, studiare. La definizione e l’applicazione di tali standard punta a produrre gradualmente uno sviluppo mirato della qualità del panorama museale in Alto Adige.

Nel 2018 per la prima volta tutte le domande di contributo saranno sottoposte al parere della nuova Consulta museale, organo consultivo per gli indirizzi di politica museale introdotto con la legge su musei e collezioni del 2017. La Consulta museale sarà nominata a breve dalla Giunta provinciale.

Possono essere sostenuti musei e collezioni pubbliche e private che non perseguano scopo di lucro, dispongano di una adeguata struttura organizzativa sita in Alto Adige, siano di pubblico interesse e i cui compiti e finalità istituzionali corrispondano alle finalità fissate dalla Legge provinciale su musei e collezioni.  Inoltre, essi devono essere accessibili al pubblico in orari di apertura regolari e soddisfare gli standard di qualità.

 

 

Comments

comments