Il 6 aprile è un giorno molto particolare, in tutto il mondo si festeggia il Carbonara Day, ovvero la giornata mondiale di uno dei più famosi ed apprezzati piatti italiani: la pasta alla carbonara.

Il Carbonara Day si aggiunge alle già presenti “Giornata dell Pasta” (25 ottobre) e “Giornata del Tiramisù” (21 marzo). Nel 2017 l’evento aveva raccolto più di 83 milioni “partecipanti” che, attraverso post, tweet e foto si erano divertiti a condividere sul web immagini, consigli e “nuove varianti” di uno dei piatti più amati del mondo.

Nonostante milioni di persone si siano unite nel testimoniare l’amore per questa pietanza, la carbonara è probabilmente il piatto che più divide quando si parla di origini e modalità di preparazione.  Se da un lato si è arrivati a definire una “versione ufficiale” (quella con uova, guanciale, pecorino romano, pasta di grano duro, sale e pepe) dalle varianti vegetariane o di mare, sulle origini di questa pietanza l’opinione pubblica è ancora divisa.

L’ipotesi più accreditata è che la carbonara sia un piatto originario del Lazio, dove i carbonai avendo poco tempo a disposizione per mangiare, erano soliti preparare pietanze semplici e con ingredienti facilmente reperibili. In questo senso questa particolare pasta sarebbe la naturale evoluzione del piatto abruzzese e laziale “cacio e ova“.

Un’altra teoria afferma che la carbonara in realtà sarebbe un lascito dell’occupazione americana successiva alla “liberazione di Roma” del 1944. Secondo questa ipotesi gli americani inventarono questa particolare pasta, preparandosi da mangiare con i pochi ingredienti a loro familiari (pasta, uova e bacon). Questa teoria sarebbe avvalorata dal fatto che nel classico manuale della cucina romana di Ada Boni del 1930, la carbonara non venga citata.

L’ultima congettura circa l’origine di questo piatto è che la carbonara sia da ricondursi alla cucina napoletana, considerato che nel trattato “Cucina teorico-pratica” di Ippolito Cavalcanti del 1837, ci sarebbero numerosi riferimenti a dei possibili antenati di questa pietanza.

Sebbene questo piatto continui a dividere circa preparazione e origini, è innegabile come una volta portato sulle tavole riesca a unire le persone. Oggi in tutto il mondo gli appassionati di questo piatto celebreranno la carbonara, dimenticando le discussioni in favore del piacere della buona cucina.