ChieseRun, al via il primo appuntamento del Gran Premio Montagne Trentine

0
399

La Valle dei Chiese torna protagonista domenica nel mondo della corsa in montagna con la prima edizione della ChieseRun, prova disegnata tra gli abitati di Condino, Cimego e Brione ed intitolata alla memoria di Marco Borsari, storico e apprezzato tecnico locale che negli anni ha scoperto e coltivato molteplici talenti a cominciare dai fratelli Yeman e Neka Crippa.

La ChieseRun e’ disegnata sulla destra orografica del Fiume Chiese lungo un tracciato di 9,3 chilometri con un dislivello complessivo di 630 metri: partenza da Condino e prima fase di saliscendi per raggiungere Cimego e ritorno, per poi scalare le rampe che conducono agli 894 metri di Brione, con líarrivo posizionato presso la zona sportiva.

Il via e’ fissato alle 9:30 di domenica 29 aprile con la starting list a proporre tra gli oltre 130 iscritti anche i due padroni di casa e campioni tricolori Patrick Facchini ed Alberto Vender, entrambi portacolori dell’Atletica Valchiese, societa’ organizzatrice dell’evento che vale anche come prova inaugurale della diciottesima edizione del Gran Premio Montagne Trentine, il circuito che racchiude le principali prova di corsa in montagna del calendario trentino della FIDAL.

E proprio per questo, oltre alla gara riservata alle categorie senior, e’ prevista anche una prova giovanile dedicata al Trofeo Scoiattoli Trentini, circuito rivolto a tutti gli under 18, impegnati su un tracciato di 1140 metri (con 50m di dislivello) disegnato a Brione e da ripetersi piu’ volte a seconda della categoria.

Per chi invece non volesse cimentarsi con il cronometro, sara’ possibile prendere parte alla passeggiata non competitiva che si svolgera’ sulla distanza di 2,610 metri (dislivello 179m) attorno alla zona d’arrivo di Brione con partenza alle ore 11.

L’evento agonistico è stato preceduto ieri sera (venerdi’ 27 aprile) da una sorta di talk-show che ha visto nel ruolo di relatore Roberto Albanesi, ingegnere elettrotecnico che nel corso degli anni oltre a sviluppare il proprio background tecnologico ha avviato una serie di studi e di analisi sul benessere quotidiano, abbinando sana alimentazione, corretta e continua attività fisica e giusta visione della vita.