Adunata 2018, anche il Museo della Guerra rende omaggio agli Alpini

0
1177

 Il Museo della Guerra di Rovereto è pronto ad accogliere i numerosi visitatori che hanno già prenotato l’ingresso in occasione dell’Adunata degli Alpini Trento 2018. L’apertura da giovedì 10 a lunedì 14 maggio prevede orario continuato dalle 9 alle 18. Per i gruppi che desiderano effettuare una visita, sia liberamente sia con una guida, è indispensabile prenotare l’ingresso telefonando allo 0464 488041 o scrivendo a didattica@museodellaguerra.it.

Per motivi di sicurezza, visto il gran numero di presenze previste, il Museo si riserva di consentire l’ingresso esclusivamente ai gruppi che hanno prenotato. Per coloro che sono in possesso dell’Adunata Card, l’ingresso al Museo è gratuito dal 7 al 14 maggio e sarà ridotto del 20% fino al 31 dicembre 2018.

Al bookshop è disponibile una selezione di gadget ufficiali dell’Adunata e di libri dedicati alla storia delle truppe alpine oltre che il “vino del Centenario”, marzemino della Cantina d’Isera con etichetta dedicata ai soci che furono coinvolti nelle vicende militari, uno con divisa italiano ed uno con divisa austriaca.

Per l’Adunata il Museo è anche protagonista di un inedito scambio di cimeli storici con il Museo della bicicletta di Francesco Moser. A Maso Warth a Gardolo di Mezzo è esposta la bicicletta modelli Bianchi in uso dal corpo dei Bersaglieri durante la Grande Guerra e normalmente esposta a Rovereto. Al castello di Rovereto la speciale due ruote con cui Moser segnò il record dell’ora allo stadio Vigorelli di Milano nel 1986. Entrambe saranno poi presenti il 22 maggio prossimo all’arrivo della tappa a Cronometro che si conluderà a Rovereto.

Oltre alle collezioni permanenti del Museo della Guerra, nei giorni della manifestazione, saranno visitabili le mostre temporanee “Alpini al fronte” (fino al 29 giugno 2018) e “La pelle del soldato” (fino al 31 marzo 2019). Entrambi gli allestimenti, ospitati al Castello di Rovereto, sede del Museo, dedicano un’attenzione particolare alla storia delle truppe alpine e alle vicende che le videro protagoniste sul fronte della Grande Guerra e su quello degli altri conflitti del Novecento.

Inoltre, il Museo è tra le istituzioni che hanno collaborato a due importanti mostre in corso:

– Cosa videro quegli occhi! Uomini e donne in guerra. 1913-1920 (inaugurazione oggi martedì 8 maggio alle 18) presso l’ex Manifattura Tabacchi, curata dal Laboratorio di Storia di Rovereto e promossa dalla Fondazione Museo Civico di Rovereto. All’esposizione il Museo ha collaborato anche con il prestito di oggetti e documenti.

– Cent’anni dopo. Ricordi di guerra, sguardi di pace, presso Palazzo delle Albere a Trento, promossa da Trentino Marketing e Fuji Film Italia; il Museo ha prestato numerose immagini storiche del proprio archivio, mentre il direttore ha scritto il saggio introduttivo al catalogo.

Nel programma ufficiale, un momento importante è quello previsto all’interno della cerimonia di commemorazione di tutte le vittime della guerra alla Campana dei Caduti la mattina di venerdì 11 maggio, al termine della quale Franco Simoncelli, del Gruppo ANA di Lizzana (Rovereto) suonerà il silenzio con la tromba dell’armistizio che fa parte delle collezioni del Museo e che il Museo mette a disposizione per la solenne cerimonia. Gli eventi per l’Adunata fanno parte del più ampio progetto promosso dalla Comunità della Vallagarina per il Centenario, che culminerà nei prossimi mesi con le istallazioni del Memoriale dei caduti trentini presso il Museo e la stazione ferroviaria di Trento e con le commemorazioni legate all’Armistizio.

Molte anche le proposte di visita legate alle Prima guerra mondiale: luoghi della memoria come il Sacrario di Casteldante e la Campana dei Caduticampi trincerati facilmente accessibili, Forte Pozzacchio e postazioni in media quota raggiungibili con suggestive escursioni. Scopri tutti gli itinerari su www.museodellaguerra.it.