“The Future of the Museum”, mercoledì 23 inizia la settimana dedicata al “compleanno” di Museion

0
421

Giovedì 24 maggio Museion compie dieci anni nella sede di Piazza Piero Siena disegnata dagli architetti KSV di Berlino, che nel 2008 hanno vinto il concorso al quale avevano partecipato altri 285 studi d’architettura di 14 paesi diversi.

La “nuova” sede dell’edificio è stata progettata di forma cubica per creare una sorta di dialogo simbolico, le facciate di testa realizzate di vetro, mettono in comunicazione il centro storico con la parte più nuova della città ed i prati sul fiume Talvera. Di sera le facciate fungono da superfici per la proiezione di opere d’arte.

Quest’apertura degli spazi si trascina anche all’interno del museo: spazio espositivo, aula didattica, sala conferenza, café–Museion, book-shop e la biblioteca non sono divisi rigidamente, ma in stretta interrelazione.

Museion aspira ad essere un centro di eccellenza per l’arte contemporanea e quindi partecipa al discorso internazionale sull’arte e sulla cultura. Dalla sua posizione geografica privilegiata, Museion ricerca e seleziona da questo panorama i temi, le opere e gli artisti che ritiene significativi e rappresentativi.

Gli appuntamenti legati alla settimana del “compleanno” iniziano già mercoledì 23 maggio alle ore 19.00 con “The Future of the Museum”, una conversazione tra Lisa Le Feuvre, direttrice della Holt-Smithson Foundation, Santa Fe e Andrew Renton, professore alla Goldsmiths, University of London.

Il museo come luogo tra memoria e ispirazione, in cui trovare le coordinate per il proprio posto nel mondo, celebrando le difficoltà: parte da queste premesse la riflessione sul futuro dei musei, sviluppata in dialogo tra queste due grandi personalità.