Ci lascia Verne Troyer, il Mini-me di Austin Powers

0
424

Verne Troyer, l’attore affetto di nanismo diventato famoso per aver interpretato nella serie “Austin Powers” il ruolo di Mini Me, il clone perfetto desiderato dal Dottor Male, ma in formato “tascabile”, è morto oggi all’età di 49 anni, in un ospedale di Los Angeles.

Lo si legge nel suo profilo Facebook ufficiale. Aveva indossato anche i panni di Griphook nel primo film su Harry Potter, il famoso folletto che lavorava per la Banca dei Maghi Gringott.

Soffriva, come riportato dai media americani, di depressione e qualche giorno fa era stato ricoverato per un non meglio specificato abuso di alcol e dal 2009 non lo si vedeva sul grande schermo.

«Depressione e suicidio sono problemi molto seri. Non sai mai quale tipo di battaglia stia attraversando qualcuno. Bisogna essere reciprocamente gentili. E sapere sempre che non è mai troppo tardi per contattare qualcuno per aiuto» si legge sul profilo Instagram del’attore.

«Anche se la sua statura era piccola e i suoi genitori si chiedevano spesso se sarebbe mai stato in grado di aprire le porte da solo, nella sua vita Verne ha continuato ad aprire più porte per se stesso e gli altri di quanto chiunque avrebbe potuto immaginare. Ha anche toccato più cuori della gente di quanto non possa mai sapere» si legge online.