“Siamo particolarmente felici che quest’anno il Premio Paul Flora 2018 sia stato assegnato ad una artista altoatesina”, ha detto l’assessore alla cultura in lingua tedesca, Philipp Achammer, durante la consegna del riconoscimento a Ingrid Hora avvenuta in serata (2 luglio) presso la Kunsthalle di Innsbruck.

“Si tratta di un’artista – ha continuato Achammer.- che con le sue creazioni è molto attenta ai temi sociali e ai contesti storici e geografici, e a questo unisce consapevolezza delle proprie radici e una contemporanea apertura al mondo. Per tutte queste ragioni è la perfetta vincitrice del Premio Paul Flora”.

Il riconoscimento, che ha una dotazione di 10.000 euro, viene assegnato dal 2010 ad artisti operanti nel campo delle arti figurative da una giuria composta da esperti del Tirolo, dell’Alto Adige e della famiglia Flora.

L’assessora tirolese Beate Palfrader ha sottolineato che Hora “risponde appieno ai criteri del premio, è stata protagonista di molte mostre e programmi di residenza artistica, ed è conosciuta in ambito regionale e sovraregionale e sulla buona strada per farsi un nome a livello internazionale”.

Nata nel 1976, Hora è nata e cresciuta in val Passiria. Ha studiato architettura a Vienna e poi ha ottenuto diplomi e master al Bartlett University College e al Royal College of Arts di Londra. Oggi vive e lavora a Berlino.