Amanda Lear, la nonna un po’ pazza nel film esordio di Cosimo Messeri

scena del film di rbcasting.com

Torna in Italia, nel film esordio di Cosimo Messeri “Metti una notte”, Amanda Lear vestendo i panni di una nonna un po’ pazza, sexy e sempre ottimista.

All’inizio è rimasta sorpresa di essere contattata per questo ruolo ma una volta accettato ha scoperto che il personaggio di Lulù è divertente, sensibile e fiducioso anche nelle situazioni più complicate e soprattutto lo caratterizza la filosofia del carpe diem, secondo questa nonna fuori dai canoni la vita è troppo breve per essere sprecata. “Lulù è pazza, divertente, è un personaggio molto allegro e ottimista, il contrario di me e questo è il bello. Io sono più solitaria, più chiusa , ho tendenza a vedere le cose più drammatiche” rivela la Lear in un’intervista per spettacolomania.it.

Per lei questa è l’occasione per ripresentarsi in Italia sotto una nuova veste dopo dieci anni, la dimostrazione di essere valida anche come attrice e non solamente come showgirl, ruolo in cui probabilmente non la rivedremo più.

Il film, nel quale recitano anche Cristiana Capotondi, Massimiliano Gallo, Elio Pandolfi e Marco Messeri, parla di Martino, un giovane di professione entomologo che torna a Roma a trovare lo zio a cui è particolarmente legato. Appena arrivato, l’uomo gli chiede di fare da babysitter alla figlia di alcuni amici, ma una volta giunto alla casa della bambina, Martino incontra non solo Linda, ma anche la sua eccentrica e particolare nonna Lulù. La telefonata di aiuto da parte di Tea, un suo vecchio amore incontrato casualmente quella stessa giornata, porterà il trio a incamminarsi in un’avventura notturna per le vie di Roma.

Da film comico all’inizio, assume con il susseguirsi delle scene un’atmosfera più onirica. Più le situazioni si complicano, tra perseguimenti e sequestri, più il comportamento dei personaggi sembra adattarsi in modo surreale alla trama. Traspare molto dalla regia l’influenza del passato di Messeri, molto chiaro è l’omaggio ai film muti e comici quali quelli di Allen e Moretti.

La pellicola è stata presentata quest’anno come commedia surreale nella sezione Alice nella città della 12° Festa del cinema di Roma. Non si sa ancora la data di uscita nelle sale, ma l’aspettativa è quella di vedere un film con una storia fuori dal comune come i suoi personaggi.

di Ingrid Salvadori 

[Photocredit: rbcasting.com]

Informazioni su Ingrid Salvadori 18 Articoli
Nata nel 1997 in provincia di Trento, sta frequentando il corso di laurea in Studi Internazionali per poter lavorare, prima o poi, come inviata all'estero. Ama viaggiare ed ha una grande passione per il cinema.