EXPO 2015: IL RESPIRO DELL’AUSTRIA, TRA NUOVE RICETTE E MUSICA CLASSICA

0
46

A soli 69 giorni dall’apertura dell’Esposizione Universale, questa mattina in Expo Gate, l’Austria ha presentato che cosa sarà possibile fare, vedere, assaggiare e sperimentare all’interno del padiglione che sta costruendo per Expo Milano 2015. Protagonista del “Weekend dei Partecipanti”, in programma oggi e domani – domenica 22 febbraio – negli spazi antistanti al Castello Sforzesco, il Paese ha raccontato come si articolerà la propria partecipazione durante i sei mesi della manifestazione, a partire dal tema scelto: Breathe Austria.

A dare il benvenuto e a illustrare il programma è stato il responsabile per l’Italia del progetto Expo George Castlunger, che ha ricordato l’innovativa decisione di regalare ai visitatori di Expo Milano 2015 un momento di relax e svago all’interno dello spazio austriaco, grazie al bosco e ai percorsi naturalistici pensati e realizzati per interpretare “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”. Castlunger ha anche illustrato il concept gastronomico del Padiglione, che si compone in larga parte di inedite sperimentazioni culinarie. All’appuntamento è intervenuto il Program Manager responsabile delle Relazioni con il BIE, l’Europa e le Americhe della divisione Partecipanti di Expo 2015 S.p.A. Stefano Acbano.

Nel corso dell’incontro Martin Turba, di Arts Management, ha illustrato il ricco e variegato palinsesto culturale, che animerà la partecipazione dell’Austria, sia all’interno sia all’esterno del sito espositivo: dal programma del National Day – fissato per il 26 giugno – ai concerti di musica classica che saranno ospitati al Teatro alla Scala o al Conservatorio Verdi, dalle mostre d’arte alle degustazioni gastronomiche.

Interessante assaggio e anticipazione di quella che sarà la visita al Padiglione Austriaco, dal 1° maggio al 31 ottobre, il “Weekend dei Partecipanti” prosegue nel pomeriggio di oggi e domani con un programma ricco di attività. Attenzione particolare sarà riservata all’innovazione culinaria del Paese: l’obiettivo è far conoscere i piatti di nuova ispirazione della cucina locale, superando i classici stereotipi austriaci legati, ad esempio, alla Sacher e allo strudel. Nei momenti dedicati alla degustazione, saranno realizzate ricette ispirate al bosco e preparate da grandi chef, come il pane al burro di Harald Irka, le pigne di pino selvatico di Heinz Reitbauer, fino al cuore di cipolla d’inverno, funghi porcini e scaloppina di camoscio al burro sperimentati da Andreas Döllerer.

Non solo cibo, però. In calendario tanto divertimento per i più piccoli, con clown e gigantesche bolle di sapone con cui giocare; mentre su schermi e pareti scorreranno le immagini video dedicate al progetto architettonico austriaco per Expo Milano 2015.

Comments

comments