Fucina Verde, il 2 giugno il primo dei due eventi musicali di Arte Sella

Ritorna la grande musica ad Arte Sella, luogo magico in Trentino in cui da oltre trent’anni arte, natura e musica si fondono in concerti intimi e preziosi, per un numero limitato di persone che vivono un’esperienza di comunanza con musicisti di calibro internazionale.

Il prossimo 2 giugno a Malga Cosa in Val di Sella alle ore 14 e alle ore 17 si terrà il primo incontro musicale della stagione di Arte Sella. Da quando questi eventi sono curati da Mario Brunello, in cui ciascuna data, denominata Fucina, è stato rappresentato il perfetto  incontro unico tra musica, arte e natura, creando un lascito che è dedicato ad Arte Sella e al suo pubblico.

Quest’anno saranno due le Fucine: Fucina Verde a giugno e Fucina Bianca a dicembre. Si apre la stagione 2018 con Fucina Verde, che celebra l’arrivo della bella stagione.

Nella sala da concerto di Malga Costa il pubblico assisterà a un incontro straordinario: quello tra il Marco Albonetti Trio e il pianista argentino Pablo Ziegler, vincitore del recente Latin Grammy Award 2018, dell’Echo Klassik Award per le sue incisioni discografiche e storico pianista di Astor Piazzolla, si uniscono in questo tour Italiano tutto dedicato al Nuevo Tango.

Il pianista e compositore, che si esibirà a settembre presso la Royal Albert Hall di Londra, sarà in Italia a giugno, proprio per dare il via a un tour che ha inizio presso Malga Costa. Accanto a Ziegler, Marco Albonetti, sassofonista che si divide tra l’Italia e gli Stati Uniti e ha alle sue spalle una carriera concertistica e didattica che lo ha portato in tutto il mondo. Nel Marco Albonetti Trio affianca Virgilio Monti, contrabbassista e Aya Shimura, violoncellista giapponese.

L’incontro tra il Marco Albonetti Trio e Pablo Ziegler sarà in pieno spirito delle Fucine di Arte Sella: partendo da un numero di brani condivisi, i musicisti lasceranno che le emozioni del momento legate alla loro collaborazione e alla presenza del pubblico invadano la Malga. In questo modo, ciò che accadrà durante la Fucina Verde a partire da brani famosi diventerà un happening emozionale, le improvvisazioni lasceranno spazio alle suggestioni, disegnando sinestesie e liberando emozioni.

La scaletta della serata prevede brani di Piazzolla e dello stesso Ziegler, che ha curato gli arrangiamenti di questo progetto. Rivive così il tango nato nei bassifondi e poi elevato a musica d’identità nazionale, con le suadenti melodie e le improvvisazioni. Tra i brani che verranno eseguiti, Michelangelo 70, La Muerte del Angel e il celebre Libertango di Piazzolla e Muchacha de Boedo, Asfalto, e La Rayuela dello stesso Ziegler.