IL CIOCCOLATO CIBO AMATO DAL PALATO MA NON SOLO

0
29

Chi l’ha detto che il cioccolato fa solo male? Recenti studi riportano che una giusta quantità di questo alimento è da includere nella dieta, ideale per la prevenzione delle malattie cardiovascolari, ed è inoltre riscontrato che in una dieta dimagrante concedersi un cioccolatino ogni tanto come premio, aiuta la persona a proseguire nel suo intendo, sentendosi gratificata e non più mortificata dalle rinunce.

Il cacao, è un alimento ricco di alcuni antiossidanti, che non solo proteggono le nostre arterie, ma potenziano anche le difese immunitarie ed abbassano il rischio di tumore. I grassi del cioccolato sono costituiti per un terzo da acido stearico, che non influisce sul colesterolo e aumenta la glicemia in misura molto inferiore ad altri zuccheri. Non per caso il cioccolato puro fondente è per eccellenza il dolce più sano che esista, perché è interamente vegetale, ed anche chi è intollerante al lattosio può deliziarsi il palato con tale prelibatezza.

Certo è che la maggior parte della gente concorda sul fatto che una volta assaggiato il cioccolato è difficile smettere di mangiarlo. Vi sono teorie in base alle quali questo desiderio sarebbe dovuto a sostanze fisiologicamente attive che si trovano nel cioccolato. E’ risaputo inoltre che è uno stimolatore per il rilascio di endorfine, che sono dei tranquillanti naturali dell’organismo, di fatto, però, nessuna di queste sostanze sembra essere presente in quantità tali da produrre effetti reali.

Possiamo semmai considerarci “fondenti” e felici e pensare che il cioccolato in Italia sta insidiando da tempo il mercato delle superpotenze in materia: Belgio e Svizzera. Aldilà della concessione dello storico marchio Pernigotti alla famiglia turca Toksoz, unico caso fortunatamente, che ha un po’ screditato il mercato del cioccolato italiano, è bene dire che Milano e Torino sono tutt’ora da considerarsi due città importantissime in questo settore, dove i maestri cioccolatieri si sfidano all’ultima prelibatezza.

Milano dà molto credito alle griffe ed al design, oltre alle più estrose sperimentazioni di abbinamenti tra sapori molto diversi tra loro, Torino invece punta molto sulla tradizione e il famoso gianduiotto fa da principe in questa cornice.

Altrettanto interessante è analizzare l’affluenza sempre più alta a fiere ed eventi legati al mondo del cioccolato come l’Eurochocolate a Perugia che si terrà dal 17 al 26 ottobre 2014 o Cioccolatò, la fiera torinese prevista dal 21 al 30 novembre 2014, che nel 2013 ha registrato più di 600.000 visitatori con una crescita delle vendite del 15%.

A quanto pare il cioccolato è un alimento che oltre a far bene, abbatte la crisi!

 

di Sabrina Conotter

Comments

comments