“Mors stupebit et natura”, il concerto di canto monodico a Cornè di Brentonico

0
431

A Corné di Brentonico nella Chiesa di San Matteo (sec. XIV), martedì 22 maggio alle 21 andrà in scena il concerto «Mors stupebit et natura». Ad esibirsi sarà il gruppo vocale Laurence Feininger, con Gavino Murgia al sassofono e Roberto Gianotti direttore.

I tre concerti (venerdì 18, sabato 19, domenica 20 maggio) per l’inaugurazione del restauro del seicentesco organo della chiesa dei Ss. Pietro e Paolo a Brentonico hanno riscosso un grande apprezzamento; davvero ampio è stato il concorso di pubblico (molti anche i fruitori delle visite guidate), così come unanimi sono stati i giudizi e le valutazioni positive sulle proposte artistiche.

In appendice agli eventi organistici, la Chiesa di San Matteo (sec. XIV) a Corné di Brentonico ospiterà martedì 22 maggio con inizio alle 21 il concerto «Mors stupebit et natura».

Il Gruppo vocale Laurence Feininger e il grande sassofonista Gavino Murgia proporranno un concerto per voci e sax di canto monodico cristiano dei primi secoli del secondo millennio e di laudi rinascimentali.

Progetti musicali di tale natura, vale a dire la ricerca di nuove piste narrative di tratto artistico contemporaneo su materiali musicali antichi, hanno nobili precursori; basti ricordare “Officium” di Hilliard Ensemble e Jan Garbarek oppure “Cum novo cantico” del Coro Anthea con l’organista jazz Renzo Vigagni.

Il progetto “Mors stupebit et natura” si lega anche agli eventi complementari della grande mostra “LaBoriosa morte” ospitata a Palazzo Eccheli Baisi di Brentonico fino a settembre. Il tema della morte sarà quindi espresso e rimodulato nei contagi e nelle corruzioni, antropologiche e musicali, tra le avite paure medievali e le più liberatorie espressioni della modernità.

I protagonisti del particolare concerto saranno: il “Gruppo vocale Laurence Feininger” (voci: Fabio Bonatti, Salvatore De Salvo Fattor, Roberto Gianotti, Ervino Gonzo, Marco Gozzi, Walter Marchi, Franco Pocher) con Gavino Murgia al sassofono e la direzione di Roberto Gianotti.

L’organizzazione dell’evento è a cura dell’Assessorato alla Cultura di Brentonico e della Fondazione Museo storico del Trentino in collaborazione con l’Associazione I Còdizi di Corné e il Festival Regionale di Musica Sacra.