“Poesia della terra”, arte e cucina uniti in un unico evento

Una tavolata da 200 posti in via Gustavo Modena e un artista capace di diventare 30 persone diverse in piazza Cal di Ponte: sono i numeri di “Poesia della terra” organizzata per sabato 8 settembre dalla Pro loco Mori Val di Gresta col patrocinio del Comune di Mori e, in particolare, dell’assessorato alla promozione del territorio e ai rapporti con le associazioni.

Alla cena, che prevede l’allestimento di un’unica lunga tavolata su via Modena che per l’occasione sarà chiusa al traffico, ci si potrà iscrivere via mail, telefono oppure direttamente in loco, nel caso in cui ci siano ancora posti liberi.

Trattandosi di un esperimento inedito, gli organizzatori hanno preferito contenere i numeri per poter mantenere un’alta qualità nell’offerta. “Come sempre – spiegano dalla Pro loco – il menù è strettissimamente legato ai prodotti del nostro territorio. Puntiamo a creare un’atmosfera suggestiva nella via, a far nascere un nuovo momento di aggregazione. Allo stesso modo, in piazza abbiamo voluto un evento aperto a tutti, con accesso gratuito. Abbiamo coinvolto Luciano Maci: un artista che è trasformista, imitatore e cantante e, dunque, porterà sul palco 30 diversi personaggi”.

Entrando nel dettaglio della cena, che inizierà alle 19 per concludersi approssimativamente attorno alle 21.30. I piatti proposti saranno accompagnati da una selezione di vini della Cantina Mori Colli Zugna. Il costo totale dell’evento comprensivo di cena più spettacolo, che inizierà alle 21.30, è di 25 euro.

Il menù prevede aperitivo di benvenuto, antipasto con strudel di verdure della Val di Gresta, formaggi di malga con miele e composta, selezione di salumi del territorio. Primi: mix di cereali con aglio orsino, funghi e lardo; vellutata di porri e patate con crostone. Secondo: arrotolato di vitello allo spiedo con erbe aromatiche, contorni misti di verdure. Per dessert becca o simona, torta tradizionale di pane. Chiudono il caffè e l’Amaro dei fazzilisti