Roma, riaperto il bunker privato di Benito Mussolini di Villa Torlonia

0
470
photocredit facebook

Nella giornata di ieri a Roma è andata in scena la cerimonia di presentazione del nuovo complesso museale che ha come fulcro il bunker privato di Benito Mussolini in Via Torlonia.

Dal prossimo 10 luglio tutti gli interessati potranno godere di un’esperienza unica, visitare i rifugi antiaerei e il bunker personale di Benito Mussolini, riallestiti con pezzi originali per l’occasione. Inoltre sarà possibile vivere una “Air Raid Experience”, dove verrà simulato un attacco aereo attraverso video e suoni che riporteranno i visitatori ai tempi della II guerra mondiale.

Per rendere l’esperienza il più possibile realistica il complesso del bunker e dei rifugi antiaerei sono stati ri-arredati con pezzi unici dell’epoca. Volantini, giornali dell’epoca, manifesti e immagini contribuiranno a creare un atmosfera unica ed indimenticabile per chi deciderà di affrontare una simile esperienza.

Il protagonista assoluto di questa nuova mostra sarà sicuramente il bunker voluto da Benito Mussolini nei sotterranei di Villa Torlonia (sua residenza privata). Il Duce aveva fatto costruire tra il 1940 e il 1943 questo rifugio per permettere a sè e alla sua famiglia di poter facilmente sfuggire ad un eventuale bombardamento nemico.

Oggi dopo diversi anni di chiusura forzata il bunker è pronto a riabbracciare i visitatori e permettere a tutti gli interessati non solo di vedere come questi rifugi venivano allestiti ma sopratutto di rivivere un’esperienza certamente terribile come quella di un bombardamento ma che può insegnare molto su com’era la vita in Italia durante la II Guerra Mondiale.