SEMPREVERDI: RASSEGNA DI EDITORIA, CULTURA E LIBRI D’OCCASIONE

0
26

Dal 15 dicembre 2014 all’11 gennaio 2015 la Fondazione Museo storico del Trentino propone la prima edizione di “Sempreverdi”, una rassegna di editoria, cultura e libri d’occasione, la cui giornata clou  sarà martedì 16 dicembre. Alle Gallerie di Piedicastello, infatti, oltre a dialogare con gli autori e i curatori delle più recenti pubblicazioni edite dalla Fondazione – tra cui il volume dedicato all’Università internazionale dei popoli per la pace di Rovereto –  si potrà assistere, grazie alla collaborazione con Emergency, allo spettacolo “Stupidorisiko: una geografia di guerra” scritto da Patrizia Pasqui e interpretato da Mario Spallino. E fino all’11 gennaio lo spazio adibito a biblioteca e punto di lettura all’interno della Galleria bianca ospiterà una mostra-mercato di libri, in vendita a prezzo particolarmente vantaggioso.

I prodotti editoriali della Fondazione Museo storico del Trentino – che vanta ormai oltre 250 titoli tra volumi e produzioni video – saranno i protagonisti, per circa un mese, della rassegna “Sempreverdi” all’interno de Le Gallerie di Piedicastello a Trento. Un’occasione di scoperta e di incontro con gli autori, ma anche una possibilità per acquistare o regalare libri e video che trattano la storia da diversi punti di vista.

L’iniziativa avrà una sorta di “anteprima” lunedì 15 dicembre ad ore 18.00 presso la Biblioteca della montagna – SAT in via Manci a Trento in cui il direttore della SAT Claudio Ambrosi dialogherà con Davide Bagnaresi – attualmente docente di storia del turismo all’Università di Bologna –, autore del libro Per un galateo politico del viaggiatore: editoria turistica in Trentino tra XIX e XX secolo, in cui si ripercorre il modo in cui il Trentino è stato rappresentato nelle guide e nelle riviste turistiche tra il 1870 e l’inizio della prima guerra mondiale.

La giornata più densa di appuntamenti sarà martedì 16 dicembre. Alle ore 15.00, presso Le Gallerie, tutti gli interessati potranno partecipare alla visita guidata gratuita alle mostre allestite per il Centenario della prima guerra mondiale: La Grande Guerra sul grande schermo (un viaggio nella rappresentazione cinematografica del primo conflitto mondiale dal 1914 ai giorni nostri) e I Trentini nella guerra europea (un racconto cronologico delle durissime prove a cui furono sottoposti i trentini nel corso della guerra). Per partecipare è sufficiente prenotare telefonando al n. 0461 230482.

Il pomeriggio del 16 dicembre proseguirà, alle 17.00, con l’appuntamento “Scrivere: che storia!”: dopo una breve presentazione complessiva dell’attività editoriale della Fondazione Museo storico del Trentino, tutti i presenti potranno conoscere e intrecciare un dialogo informale con alcuni autori delle pubblicazioni più recenti. Sarà presente, tra gli altri, Quinto Antonelli, che ha da poco curato l’edizione di 4 diari di soldati trentini durante la Grande Guerra.

Alle 18.00 sarà invece la volta della presentazione del volume Un impegno per la pace: l’esperienza dell’Università internazionale dei popoli per la pace che tratteggia l’attività di questa singolare istituzione, operante a Rovereto tra il 1993 e il 2007 in difesa e a sostegno dei valori della non violenza. I curatori Maurizio Gentilini e Marco Giovanella dialogheranno con Giuseppe Ferrandi, direttore della Fondazione Museo storico del Trentino e Giovanni Bianchi, già presidente nazionale ACLI e deputato del Parlamento italiano.

In questo continuo alternarsi di riflessioni sulla pace e sulla guerra, la serata del 16 dicembre avrà la sua ideale conclusione nello spettacolo teatrale realizzato grazie alla collaborazione con Emergency, l’associazione che da vent’anni, in vari paesi del mondo, è impegnata, anche attraverso il teatro, a favore delle vittime dei conflitti, delle mine antiuomo e della povertà. Alle 20.30 l’attore Mario Spallino – diplomato alla Bottega dell’attore di Vittorio Gassman e collaboratore, tra gli altri, di Giorgio Gaber e Sandro Luporini – porterà in scena il suo spettacolo Stupidorisiko: una geografia di guerra, scritto da Patrizia Pasqui. Un viaggio attraverso luoghi ed episodi emblematici della guerra – dalla prima guerra mondiale ai conflitti dei giorni nostri – per riflettere sulle ambizioni folli di dittatori, di capi di stato democraticamente eletti e di generali incompetenti; per sorridere dei loro errori clamorosi e per scoprire che non siamo impotenti di fronte alla guerra.

Accanto agli incontri, le presentazioni e i momenti di intrattenimento, la rassegna “Sempreverdi” propone anche la possibilità di acquistare libri e dvd a prezzi particolarmente vantaggiosi. Dal 16 dicembre all’11 gennaio, nella Galleria bianca, lo spazio occupato dalla piccola biblioteca e punto di prestito, sarà utilizzato anche per ospitare un mercatino in cui scovare vecchi libri di argomento storico, oggi introvabili in libreria, oppure acquistare pubblicazioni più recenti a prezzo scontato.

Comments

comments