UNITRENTO: “LA GRANDE GUERRA+100”, LA DECIMA PUNTATA SUI SOTTOMARINI TEDESCHI

0
36

Venerdì 13 febbraio, esce la decima puntata del calendario digitale che ripercorre ciò che accadde nel 1914. Il tema del mese: “La guerra sottomarina tedesca”.

Salvo alcuni isolati scontri in mare aperto la guerra sui mari fu combattuta in un modo completamente imprevisto. Le flotte di corazzate, simbolo della potenza nazionale, restarono inattive. I tedeschi, consapevoli della loro inferiorità, non osarono mettere in campo le corazzate. Ai britannici bastava il blocco navale del Mare del Nord, realizzato anche con estesi campi di mine. Furono, invece, i sommergibili tedeschi i protagonisti della guerra sui mari. I sottomarini avevano il vantaggio della invisibilità; a loro svantaggio, come si scoprirà nella decima puntata del calendario digitale, c’era la lentezza di movimento in superficie e la scarsa efficacia del cannone di bordo. I sommergibili erano perciò costretti ad attaccare con i siluri.

Quali erano i loro obbiettivi? Non tanto le navi da guerra nemiche quanto i mercantili, carichi di rifornimenti fondamentali per la guerra. Il principale campo di battaglia fu l’Oceano Atlantico; qui si addensavano le rotte delle navi da trasporto che da tutto il mondo rifornivano l’Intesa. Vi erano anche molte navi statunitensi e di altri Paesi neutrali. La guerra sottomarina tedesca finì per scontrarsi con gli interessi economici americani.

L’infografica di febbraio 1915 mostra come le aspettative tedesche di ridurre i rifornimenti per l’Intesa affondando i mercantili furono smentite dai fatti. Solo la guerra sottomarina illimitata, che prevedeva il siluramento di tutti i mercantili che solcassero l’Atlantico, sembrò dare qualche risultato. Ma essa provocò inevitabilmente l’ingresso in guerra degli Stati Uniti nell’aprile del 1917.

D’altro canto, alla Germania guglielmina era chiaro che esisteva solo una strada per la vittoria: tagliare i rifornimenti al nemico. La testimonianza, che al solito uscirà a qualche giorno di distanza dalla puntata, propone le voci di autorevoli esponenti politici. Si presenta anche l’estratto di un giornale di trincea che rassicura i soldati al fronte: la vittoria sarà della Germania grazie alla guerra sottomarina.

Comments

comments