21 MILIONI DI EURO MANCANO NEI CONTEGGI DAI COMUNI

0
18

E’ la Lega Nord a fare i conti della spesa in merito al Patto di Stabilità approvato dal Governo e recepito da Province e Regioni italiane. Secondo i calcoli fatti in cassa provinciale i Comuni del Trentino con più di mille abitanti residenti, avrebbero mancato della comunicazione di ben 21 milioni di euro, figurando un virtuosismo che porta al contrario a un aumento di spesa verso “Roma” come si potrebbe dire.

In sostanza, mancando la comunicazione di soldi non spesi, per 21 milioni di euro, questa cifra seppur virtuosamente appunto risparmiata, non concorre a “fare cassa” provinciale, poiché assume verso lo Stato il caricamento di “spesa” e viene quindi ingiustamente conteggiata per l’ammontare delle tasse all’anno successivo di imposta.

Per questo il Gruppo Cons. della Lega Nord composto dai Consiglieri Claudio Civettini e Maurizio Fugatti interroga il Presidente della Provincia in merito alle seguenti problematiche che si riportano per intero.

“Quali siano i Comuni che non hanno comunicato alla Provincia entro il termine stabilito il mancato utilizzo delle risorse finanziarie a loro disposizione, perché apparentemente impegnati nell’esercizio di eccessivo virtuosismo, contribuendo in tal modo alla perdita di 21 milioni di possibili investimenti sul territorio e a quanto ammonti lo spazio finanziario non utilizzato da parte di ognuno di questi Comuni; quali siano gli interventi che intenda mettere in atto la Provincia affinché sia scongiurata l’ipotesi che si verifichino ulteriori sprechi di risorse in futuro; se vi sia all’orizzonte la capacità di discutere, in termini generali, con le Autorità politiche centrali, un deciso cambio di rotta nella gestione di tali fondi, affinché siano premiate le Amministrazioni virtuose che investono e realizzano i progetti attraverso una gestione oculata delle risorse finanziarie, e penalizzate invece quelle Amministrazioni locali che, forse per inettitudine politica, accantonano riserve per non aver per non aver programmato, cantierizzato e realizzato interventi proprio sul territorio, in base alle disponibilità economiche dei budget richiesti e assegnati.”

Comments

comments