ARCO: INAUGURATO IL NUOVO CENTRO DI FORMAZIONE DELLA ZF MARINE

0
343

Inaugurato oggi il nuovo Centro di formazione della ZF Marine di Arco, parte del gruppo ZF, leader globale nel settore automotive, con 121 siti di produzione di trasmissioni e sistemi autotelaio in 26 paesi del mondo. Nel sito di Arco verranno tenuti i corsi di formazione relativamente al settore bus e truck, a cui potranno fare riferimento tutti i centri produttivi ZF. All’evento ha preso parte anche il vicepresidente e assessore allo sviluppo economico e lavoro Alessandro Olivi, per il quale “l’inaugurazione di oggi rientra a pieno titolo tra gli investimenti realizzati al fine di trascinare il territorio provinciale verso sentieri di sviluppo e competitività internazionale. Cinque anni fa, qualcuno lo ricorderà, la fabbrica di Arco stava per chiudere, come comunicato molto seccamente dalla casa madre tedesca. Decidemmo di mettere in piedi uno sforzo straordinario per salvarla, costituendo un team fra Provincia, Trentino Sviluppo, Sindacato, Confindustria e iniziando una serratissima trattativa culminata in un incontro in Germania dove riuscimmo a convincere il board tedesco del fatto che ad Arco l’azienda poteva comunque mantenere una presenza centrata sulle attività di ricerca, sviluppo, innovazione. Strappammo perciò un impegno della società ad investire e pur con pesanti sacrifici occupazionali la presenza della realtà produttiva venne mantenuta. Oggi vi lavorano una novantina di persone. Si è trattato di una vittoria del territorio che ha saputo rilanciarsi attraverso i suoi punti di forza, e che trova conferma oggi, con l’inaugurazione all’interno della fabbrica di un centro di formazione aperto a tutte le ZF del sistema. L’altra cosa che ci riempie di soddisfazione è che stiamo parlando di un’azienda che può diventare una preziosa alleata del Trentino in particolare in un settore, quello della Meccatronica, nel quale come noto abbiamo investito molto”.

La sede di Arco fa capo ZF Padova, parte a sua volta di ZF Marine, ed è un’impresa trentina di lungo corso. Attiva fin dagli anni ’80, negli anni 2000 era entrata definitivamente nella “galassia” del Gruppo ZF (Zeppelin Friedrichshafen), producendo sforzi importanti nella ricerca e sviluppo per la produzione di propulsori marini innovativi. All’epoca i livelli occupazionali si attestavano sulle 150 unità nello stabilimento di Arco.

La crisi di fine 2008 non aveva risparmiato neanche questa realtà, fino ad arrivare, a fine 2009, alla paventata chiusura dell’unità produttiva di Arco. Alla fine invece, grazie all’impegno congiunto posto in essere dal territorio, il presidio produttivo non venne chiuso, pur dovendo subire subire un pesante ridimensionamento occupazionale. La struttura inaugurata oggi permetterà di ospitare eventi di vario genere, per oltre una settantina di persone.

Comments

comments