DIRPUBBLICA: Agenzia delle Entrate dovrà bandire un concorso per dirigenti

Si faccia il concorso per dirigenti all’Agenzia delle Entrate: è questa la chiara richiesta avanzata nelle scorse ore da parte della DIRPUBBLICA che ricorda come con la sentenza 8990 del 16/08/2018, della Sezione 2 ter del Tar Lazio DIRPUBBLICA ha ottenuto il rispetto di quelle stesse leggi che l’Agenzia delle Entrate aveva chiesto al Parlamento per poter ben operare, ma che poi non ha mai applicato. Un concorso, infatti, per soli esami a 403 posti da dirigente dovrà essere bandito ed espletato entro il 31/12/2018.

“Ora, – afferma DIRPUBBLICA – il nuovo direttore dell’Agenzia dispone di un formidabile presupposto per imporre un cambiamento in linea con i principi costituzionali (finora disattesi) della legalità, della terzietà e del Buon Andamento. Vedremo, quindi, se sarà reciso quel filo rosso che ha legato tutti i precedenti direttori fra loro nella difesa di uno status di illegalità istituzionalizzata che, a sua volta, ha causato conflitti interni, corruzione e inefficienza nella lotta all’evasione fiscale”

Un servizio nei fatti reso dalla DIRPUBBLICA alla Collettività, alla Categoria e alla stessa Agenzia delle Entrate.

“Come si è visto, però, il TAR non ha condannato alle spese Parte soccombente, per cui DIRPUBBLICA, che a breve dovrà costituirsi in giudizio presso la Corte Costituzionale (vedi l’esito del contenzioso contro le POT nell’Agenzia delle Dogane: http://www.dirpubblica.it/contents.aspx?id=3884) rischia di rimanere soffocata dai suoi stessi successi. Si consideri che sono previsti nuovi rinvii alla Consulta anche per le POT alle Entrate e le POER alle Entrate e alle Dogane e forse anche in ordine al contenzioso contro la metamorfosi Equitalia in Agenzia delle Entrate Riscossione”.