Flat tax su partite iva individuali. de Bertoldi (FDI) avverte: “rischia di favorire l’evasione fiscale”

Andrea de Bertoldi, Senatore di Fratelli d’Italia e Segretario della Commissione Finanze e Tesoro del Senato, è intervenuto con una nota per commentare i dati rilasciati dall’Osservatorio del Dipartimento delle Finanze sul I° trimestre del 2019.

Il Senatore de Bertoldi ha voluto così commentare i dati dell’Osservatorio: “(…) se letti con attenzione analitica, confermano che la Flat tax sulle partite iva individuali, come attuata dal Governo gialloverde per ricavi fino a 65.000 euro, rappresenta un incentivo alla frammentazione delle imprese, come ben ammonito in occasione degli Stati Generali dei Dottori Commercialisti la scorsa settimana. Se infatti crescono le nuove partite iva individuali del 14%, peraltro con una preponderanza degli over 65 che già di per sè fa riflettere, dall’altra si rileva un calo di oltre il 17% nelle nuove posizioni societarie o associate, realizzando l’esatto contrario di ciò che ogni teoria economica ed aziendalista insegna, e cioè la promozione delle aggregazioni imprenditoriali e professionali.”

Proseguendo nel suo intervento Andrea de Bertoldi ha poi rincarato: “ho presentato quindi specifica interrogazione oggi ai Ministeri competenti per chiedere ragione di tali assurde strategie del Governo che penalizzano il potenziale sviluppo economico del Paese, e che sono peraltro atte a favorire l’elusione e l’evasione fiscale grazie alla possibilità di spalmare il reddito su più posizioni individuali che magari non svolgono alcuna reale attività”.

Il Senatore ha poi ricordato come solo la flat tax incrementale (proposta da FDI) possa garantire davvero la crescita economica dell’Italia e, allo stesso tempo, impedire che l’evasione fiscale aumenti ancora, il tutto in piena compatibilità con i conti e le risorse dello Stato.