Il Codacons contro Salvini che mangia la Nutella

Il Codacons interviene sul post di Salvini – un selfie mentre fa colazione con pane e Nutella – e richiama il vicepresidente del Consiglio e Ministro dell’Interno al dovere di informare i cittadini riguardo i rischi che il consumo – in quantità rilevanti – di olio di palma comporta per la salute umana.

Ora è opportuno che Matteo Salvini pubblichi un nuovo post, correggendo il tiro e riconoscendo i rischi che derivano dal consumo in eccesso di olio di palma per la salute di tutti i cittadini: in caso contrario potrebbe essere inquisito dall’Antitrust per pubblicità occulta, senza contare l’insufficiente informazione per i consumatori.

A questo proposito è giusto ricordare che la Nutella contiene attualmente olio di palma. Al riguardo basta citare le conclusioni dell’Istituto Superiore di Sanità:

“L’olio di palma… Rappresenta una rilevante fonte di acidi grassi saturi, cui le evidenze scientifiche attribuiscono – quando in eccesso nella dieta – effetti negativi sulla salute, in particolare rispetto al rischio di patologie cardiovascolari… Fasce di popolazione quali bambini, anziani, dislipidemici, obesi, pazienti con pregressi eventi cardiovascolari, ipertesi possano presentare una maggiore vulnerabilità rispetto alla popolazione generale”.

Anche per questo, l’Associazione già in passato ha chiesto di verificare la correttezza delle informazioni riportate sulle etichette dei barattoli di Nutella e di tutti gli altri alimenti in commercio contenenti olio di palma, relativamente ai rischi per la salute umana connessi ad un consumo eccessivo della sostanza, e torna oggi sull’argomento per ribadire la necessità di una corretta informazione ai consumatori.