LA FINANZIARIA “COL BOTTO” DELLA LEGA NORD

0
36

Una Finanziaria quasi “col botto” per le minoranza al Governo in Trentino: durante la discussione della legge finanziaria provinciale 2015 (ddl 51/XV), sono stati approvati alcuni importanti emendamenti presentati dalla Lega Nord. Di seguito l’elenco delle proposte accolte: maggiori tutele per i genitori (padri in particolare) separati, che sono una larga fetta delle nuove povertà. Potranno essere considerati nucleo famigliare per l’accesso ai pubblici alloggi con vantaggio per i figli.

Modifica del Regolamento del progettone, posti di lavoro per persone escluse dal mercato tradizionale.
Modifica del Regolamento per l’aggiudico degli appalti di trasporto scolastico e skibus a vantaggio della qualità. Aumento delle risorse per MuoverSi in favore dei disabili.

E poi una lunga serie di goal, che vanno a vantaggio di tutti: dal maggior controllo sui tram per la verifica del pagamento, obliterazione, dei biglietti, nuove norme per la disoccupazione a vantaggio dei residenti sul territorio trentino, la possibilità per i Comuni di inserire nel regolamento dell’imis l’assimilazione ad abitazione principale dell’unità immobiliare abitativa concessa in comodato ai parenti in linea retta fino al secondo grado e non solo al primo, abolizione della tassa di soggiorno per le prime tre dimore in affitto, la possibilità di introdurre l’ICEF nella assegnazione degli interventi assistenziali a invalidi civili, ciechi e sordomuti, come la giunta provinciale vuole fare, commisurandola però alla situazione di svantaggio legata alla minorazione fisica.

Comments

comments