Meloni: “Bloccata l’ipotesi del braccialetto elettronico di Amazon”

 

“Fratelli d’Italia aveva duramente protestato contro l’ipotesi che Amazon, la multinazionale dell’e-commerce utilizzasse un braccialetto elettronico per controllare i suoi dipendenti. Abbiamo accettato l’invito dell’azienda a venire a visitare il centro di distribuzione di Passo Corese. Abbiamo posto con forza la questione del braccialetto e anche quella della tutela del marchio italiano, del made in Italy dei prodotti che vengono venduti. Non ci sarà, dice l’azienda, un braccialetto per controllare i lavoratori italiani di Amazon. Siamo contenti di aver fatto chiarezza e continueremo a vigilare”.

 

Lo ha detto il presidente di Fratelli d’Italia e candidata premier Giorgia Meloni a  margine della visita di oggi al centro di distribuzione Amazon di Passo Corese nel corso del quale ha incontrato i lavoratori e i vertici dell’azienda tra cui l’Ad di Amazon Italia, Tareq Rajjal

 

Il braccialetto è stato interpretato come un sistema di controllo dei lavoratori, tanto che il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, si è affrettato a precisare che “in Italia c’è una regolazione per legge degli strumenti che ipoteticamente consentono il controllo a distanza quindi se un’azienda intende utilizzare strumenti del genere deve farlo nel rispetto della legge o in accordo con i sindacati o con l’autorizzazione del ministero“. Anche se ha chiarito che “siamo ancora alla fase del brevetto, non è immediata“.