Trento, Blocco Studentesco: “Fumogeni e striscione contro il contributo volontario”

0
69

Trento, 20 gennaio: “Non farti truffare, il contributo volontario non pagare!” questo il testo dello striscione affisso durante il blitz del Blocco Studentesco, davanti al palazzo dell’istruzione in via Gilli. “Oggi siamo qui per protestare contro il contributo volontario, una tassa aggiuntiva che ingiustamente ricade su studenti e genitori e sulla quale c’è purtroppo una scarsa informazione – a dichiararlo  in nota è  un esponente del Blocco Studentesco – non tutti i genitori e gli studenti sono infatti nemmeno al corrente di tale contributo aggiuntivo che versano alla scuola. Possiamo comprendere le ragioni per le quali le scuole siano costrette a richiedere tale versamento ma riteniamo assolutamente ingiusto che tale spesa debba gravare sulle spalle delle famiglie degli studenti. Se è dunque vero – conclude la nota – che il settore dell’istruzione è uno dei più importanti per il nostro paese e per il nostro governo, che tanto sembrerebbe adoperarsi per tutelarlo e migliorarlo, allora chiediamo che sia questa una delle prime azioni di attenzione, se, come è vero, le scuole pubbliche necessitano oggi più che mai di fondi, sia lo stesso Stato a garantire la sopravvivenza e le dovute attenzioni economiche ai nostri istutiti”.

Comments

comments