ELEZIONI EUROPEE. INCONTRO A TRENTO TRA PRADI E SERRACCHIANI

0
13

Si è tenuta ieri,10 maggio ,una conferenza presso piazza Cesare Battisti del Partito Democratico organizzata al fin di convincere, come sempre avviene, gli elettori indecisi. A partecipare vi sono stati elementi di spicco del PD quali Debora Serracchiani, presidente della regione Friuli-Venezia Giulia, Isabella De Monte, candidata per rappresentare la regione Friulana del partito socialista europeo alle elezioni europee che si terranno il 25 maggio, Andrea Pradi, candidato all’ europarlamento  per il Trentino.

Una gran folla vi era ad attenderli, la quale ha pazientato a causa del ritardo della Serracchiani che comunque ,con un illustre discorso, ha compensato l’imprevisto dimostrando grandi abilità nel discorrere. La medesima ha evidenziato quanto importante sia l’ impegno del PD nell’ attuare le riforme che riportino il paese nella direzione di un’ armonica ripresa non solo economica ma, ha specificato, soprattutto sociale in quanto ciò che importa al partito, ha asserito, non sono di certo solo le problematiche dei mercati finanziari ma ,soprattutto , il bene delle famiglie. Per questo l’ Europa deve cambiare pur nel rispetto dei trattati: il rigore , ha messo in evidenza, non deve essere tale da strozzare l’ economia, già debole di per sé, dell’ Italia.

Ha inoltre ricordato l’ approvazione a livello europeo di un disegno di legge, voluto dal PD, col quale si tutela il made in Italy così da  favorire le aziende che esportano, colpite dalle contraffazioni ai danni dei prodotti di alta qualità italiani.

Infine, ha terminato il discorso volendo ribattere colpo su colpo a coloro che hanno criticato il famoso bonus degli 80€ voluto da Renzi: esso è essenziale , ha asserito con ardore, affinché ci sia giustizia sociale in quanto  va ad incidere sugli stipendi di coloro che, avendo un reddito basso, difficilmente riescono ad mantenere uno stile di vita decoroso fino alla fine del mese. L’ aumento delle tasse sulle rendite finanziarie per coprire il provvedimento , ha fatto notare, riguarda solamente gli interessi avuti grazie alla banca sulle rendite , non le rendite in sé le quali , secondo il presidente della regione del Friuli, non verrebbero toccate dall’ aumento della tassazione.

A concludere la conferenza vi erano gli altri due invitati, ossia Isabella De Monte e Andrea Pradi: la prima ha messo in evidenza la necessità dell’ Europa la quale può essere riformata a favore dei più deboli , rammentando l’ impegno del PD a tal proposito. Andrea Pradi ,invece, ha preferito concludere non solo esaltando la grande politica compiuta dal PD in Trentino ma ha anche affermato che l’ autonomia trentina deve essere un modello  per le altre regioni visto che il Trentino ha saputo attutire il peso  della crisi facendo in modo che  la disoccupazione non aumenti raggiungendo livelli drammatici e il peso sociale della depressione economica non diventi eccessivo.

Maurizio Clemente

Comments

comments