Europee: la scure del controllo e la paura dei soldi

La legge italiana in merito alle Elezioni Europee (ma anche le altre) e in merito alla propaganda su internet non è chiara. E non può esserlo. E’ evidente che possono essere promulgate delle mozioni sanzionatorie che sono relative ai singoli Stati, ma alla fine il concetto di proprietà del web (non del Provider) è tutto da vedere, vige una specie di legge del mare (non per niente si dice navigazione) che si rifà piuttosto al concetto di Acque Internazionali. Sappiamo a cosa siamo legati ma siamo all’aperto. E non potrà che essere così.

Le nostre LEGGI in materia partono dalla Costituzione, ovviamente: nel suo Articolo 18 essa parla della libertà e delle conseguenze Penali (che trattano di innocenza presunta e passano dai tre gradi di Giustizia) e invita a prendere atto che, laddove un cittadino esprima opinione o faccia politica, è libero “fino a prova contraria”. E’ certamente discutibile che le cose siano perfette, ma non è discutibile la presunzione di innocenza e la libertà di essere, innocenti.

QUALI LE DICHIARAZIONI OGGETTO DEL PRESENTE ARTICOLO QUI

Si prosegue con le Note Transitorie e Finali della Costituzione / che non hanno mai avuto il coraggio di essere definite in qualcosa di attuale / che vietano ovviamente la ricostituzione del Fascismo (o comunque di qualsiasi partito militarizzato ovvero la dittatura).

Su tutto questo sistema legislativo, impalcatura duratura, che è il nostro DNA si inseriscono i social network e Google, che sono società PRIVATE usate gratuitamente non si sa per quale scopo concreto messe a disposizione potenzialmente dell’universo umano (e ci siamo dentro tutti come mele in una cesta). Quindi LE NAZIONI euro dollaro e i loro cittadini sono tutti in mano a questi due colossi che stanno decidendo COME dovremmo fare politica e chi la fa dovrà essere personalmente impegnato anche nella satira o nel post di interiezione, insomma come se fossimo sempre in Ministero, anche in piena notte, se parliamo tra noi. 1984 Orwelliano docet. Il problema non è quindi il DIVIETO di ANONIMATO, che già è vigente, anche in Italia, ma la PROPRIETA’ economica di un effetto legislatore, che diventa un interlocutore organizzato, che a sua discrezione legittimato dalle nazioni stabilisce chi parla. Investitura Cavalleresca a parte è terrificante.

NORME GOOGLE ADS QUI


Eppure in Italia abbiamo le nostre leggi, che non sono queste. La LEGGE 515 del 1993 regola le Elezioni in Italia e la LEGGE 212 del 1956 regola invece le Propagande e le Campagne.

E’ evidente che la differenza è il SOGGETTO. La Costituzione italiana rende indispensabile la esplicitazione del MITTENTE in un certo senso delegittimando assolutamente il concetto di anonimato.

Possono essere il SINGOLO cittadino o candidato o un soggetto UNICO registrato in Agenzia Entrate e al ROC come inserzionista o pubblicitario e alle regole relative chiamato, ma anche un Partito o una Associazione spontanea o organizzata, sempre registrata in Agenzia Entrate ovvero negli elenchi speciali Regionali e Provinciali, ma anche infine un soggetto della STAMPA che sempre in Italia deve essere registrato presso il Tribunale con regolare Editore.

La NOSTRA legge che prevede un Ordine dei Giornalisti e che non prevede per la Stampa e per i Blog la possibilità di avere un ruolo personale civile e penale senza una qualifica di soggetto fiscale e di soggetto anagrafico ha già in sé tutti i requisiti per essere prevedibile un esito di responsabilità giudiziale, perché di fatto non è consentito l’anonimato.

Nella legge che divide stampa informativa da giornalistica del TESTO UNICO numero 10 esplicita la differenza tra inserzionista e promotore. Nonché induce a una disambuguazione netta e chiara tra libere opinioni e giornalismo. Motivo per cui nel momento in cui attraverso i social network viene chiesto un consenso a un Regolamento esterno (europeo) per legge da applicare senza se e ma, per una questione di democrazia la prevaricazione è evidente e (in questo caso per presunzione di innocenza verso il legislatore comunitario economico) potrebbe essere gravemente lesiva della libertà del singolo cittadino ITALIANO rispetto alle norme ECONOMICHE europee.

Di seguito le Dichiarazioni che il presidente di Facebook in Europa ha fatto al Corriere della Sera:

Chiaro, il motivo per cui tutto questo è iniziato sono le presunte FAKE news, sulla cui origine però non metterei la mano sul fuoco, cosa meglio di mettere in giro fake news per produrre una legge ad hoc contro la fake, ad esempio .. strategia già usata anche da Hitler .. ma anche le Elezioni USA con i follower a pagamento etc .. e tutto un sistema commerciale su cui si inseriscono anche purtroppo i messaggi anonimi e il nuovo nazismo, che non aiutano, la crisi in Venezuela che ci fa tornare alla situazione della Guerra Fredda e dei missili su Cuba e tutto il resto.

Cosa dice Euro News qui

Di Martina Cecco