Attentato a Pittsburgh. Bertoldi: “Maggiori misure di sicurezza nelle sinagoghe italiane”

Sull’attentato avvenuto nella giornata di sabato a Pittsburgh durante Shabbat, gridando ‘gli ebrei devono morire’ e facendo una vera strage, il quale bilancio delle vittime secondo i media è ora di 11 persone, è intervenuto Alessandro Bertoldi, Presidente dell’Associazione Italia-Israele, che ha affermato: “In questa triste giornata, a poche settimane dal triste ricordo del rastrellamento del Ghetto ebraico di Roma, ancora un grave episodio di antisemitismo che ci avverte in maniera chiara che la guardia non può essere abbassata, che l’odio contro gli ebrei ed Israele nel mondo non si è estinto, ma purtroppo è ancora latente nella nostra società. Il mio più accorato appello al Ministro degli Interni, Senatore Matteo Salvini, e al Governo italiano è quello di disporre l’immediata aumento delle misure di sicurezza previste in difesa delle sinagoghe e delle Comunità ebraiche italiane, affinché attacchi ai fratelli ebrei nel nostro Paese non siano possibili”.

Bertoldi conclude affermando che: “I nostri sentimenti di cordoglio alla Comunità ebraica internazionale per il vile attacco subito quest’oggi.”