Ecco come e chi finanzia davvero l’immigrazione

“Il sospetto, avanzato da tempo anche da noi, che dietro all’immigrazione illegale ci sia la mano della finanza internazionale mondialista – dichiara l’On. Borghezio – era più che fondato!”.

Su questo tema, l’On. Borghezio ha presentato alla Commissione Europea un’interrogazione scritta in cui scrive che “ha preso vita Humanity Ventures, partnership tra Georges Soros e MasterCard: l’obiettivo è stanziare 500 milioni di dollari a favore dei migranti in Europa e, come si legge sul sito di MasterCard, il progetto vuole “catalizzare e accelerare lo sviluppo economico e sociale delle comunità vulnerabili di tutto il mondo, in particolare i rifugiati e i migranti”.

Fonti di Polizia croata dichiarano che ai migranti che attraversano illegalmente i Balcani sono distribuite delle carte prepagate del circuito MasterCard senza nome ma con la dicitura Unhcr e dell’UE oltre che un numero stampigliato”. Inoltre, continua Borghezio “anche la partnership tra MasterCard e Mercy Corps, altra importante organizzazione filantropica americana che distribuisce carte prepagate ai rifugiati in tutta la Grecia e in Serbia  sfruttando un sistema di pagamento senza contanti per coloro che cercano sicurezza in Europa”.

L’On. Borghezio chiede quindi alla CE di specificare: “1) chi ricarica queste carte destinate agli immigrati clandestini, se la MasterCard, Soros o l’agenzia per i rifugiati delle Nazioni Unite; 2) Da quali conti e sportelli è ritirato il denaro e qual è il plafond e se rimane traccia delle operazioni bancarie; 3) Qual è il ruolo dell’UE