Kim Jong Un incontrerà il Presidente della Corea del Sud il 27 aprile

0
322

Per la terza volta nella storia, il Nord e la Corea del Sud terranno un summit dei leader dei due paesi il 27 aprile, a causa delle crescenti tensioni globali e per liberare il regime di Kim Jong Un dalle sue armi nucleari.

Una decisione che è nata dopo l’incontro a Pechino tra il leader nordcoreano Kim Jong Un e il Presidente cinese Xi Jinping. Un meeting che potrebbe portare anche il Giappone a chiedere un faccia a faccia tra Kim Jong un e il Premier nipponico Shinzo Abe. Intanto si continua a parlare di un possibile summit tra Kim Jong Un e il Presidente USA Donald Trump.

Questi segnali di distensione hanno allentato le tensioni sullo yen, che ha smesso di apprezzarsi sul dollaro favorendo i grandi titoli esportatori nipponici e, in generale, la Borsa di Tokyo dove il Nikkei ha terminato gli scambi con un rialzo dello 0,42% a 21.120 punti, mentre il Topix ha annullato i ribassi chiudendo sui livelli della vigilia a 1.700 punti.

Un segnale, quello dell’incontro tra i due leader della Corea del Sud e del Nord, che è partito dall’apertura di Kim Jong-un su Olimpiadi e sforzi per la pace illustrata nel discorso di Capodanno alla nazione, alla spinta del presidente sudcoreano Moon Jae-in per riavviare i contatti, fino all’ipotesi del dialogo del 9 gennaio al villaggio di confine di Panmunjom, dove mercoledì il Nord ha riattivato ‘la linea rossa’, il canale di comunicazione diretto intercoreano fermo da febbraio 2016.