Kunduz: atteso consenso USA e Afghanistan per investigazione su ospedale MSF bombardato

0
35

Kunduz: La Commissione d’Inchiesta Umanitaria attende il consenso di Stati Uniti e Afghanistan per avviare l’investigazione indipendente.

Medici Senza Frontiere (MSF) è stata informata che la Commissione d’Inchiesta Umanitaria Internazionale (IHFFC) è stata attivata. Questo è il primo passo necessario per avviare un’investigazione indipendente sull’attacco all’ospedale di MSF a Kunduz in Afghanistan, il 3 ottobre scorso. La Commissione sta ora aspettando il consenso degli Stati Uniti e dell’Afghanistan per procedere.

Abbiamo ricevuto scuse e condoglianze ma non è sufficiente. Non abbiamo ancora ricevuto alcuna spiegazione del perché un ospedale molto conosciuto e pieno di pazienti e staff medico sia stato ripetutamente bombardato per più di un’ora”, dichiara Joanne Liu, presidente internazionale di Medici Senza Frontiere. “Vogliamo capire come e perché sia accaduto”.

MSF non può affidarsi solo alle inchieste interne attualmente in corso, condotte dalle parti in conflitto, e continua a chiedere fermamente un’investigazione indipendente e imparziale della Commissione d’Inchiesta Umanitaria Internazionale.

I bombardamenti americani hanno distrutto l’edificio principale dell’ospedale traumatologico di MSF a Kunduz che ora non è più funzionante. Questo lascia centinaia di migliaia di persone senza accesso alle cure medico-chirurgiche d’emergenza in una città devastata da settimane di intensi combattimenti.

Abbiamo bisogno di sapere se le regole della guerra sono cambiate, non solo per Kunduz ma per la sicurezza delle nostre équipe che lavorano negli ospedali in contesti di guerra ovunque nel mondo” dice Joanne Liu.

La Commissione d’Inchiesta Umanitaria Internazionale è stata creata dai Protocolli Aggiuntivi alle Convenzioni di Ginevra ed è l’unico organo permanente istituito specificamente per investigare le violazioni del Diritto Internazionale Umanitario. La Commissione ha inviato ufficialmente delle lettere ai governi degli Stati Uniti e dell’Afghanistan offrendo i servizi della Commissione ed è in attesa di un loro riscontro.

MSF è un’organizzazione medico umanitaria internazionale e ha lavorato per la prima volta in Afghanistan nel 1980. Ha aperto il centro di Kunduz nell’agosto del 2011 per fornire cure mediche di alta qualità, assistenza medica e chirurgica gratuita per le vittime di traumi da incidenti stradali ma anche del conflitto, come feriti di arma da fuoco ed esplosioni. In tutti i suoi progetti i medici di MSF curano le persone in base ai loro bisogni medici senza alcuna distinzione etnica, religiosa o politica. MSF riceve solo finanziamenti privati per il suo lavoro in Afghanistan e non accetta denaro da nessun governo.

Comments

comments