“Le persone di colore sono scimmie”: bufera sul rabbino capo di Israele

0
160
rabbino-capo

Non si placano le proteste intorno al rabbino capo degli ebrei sefarditi di Israele, rav Yitzhak Yosef, accusato di aver paragonato in un sermone le persone di colore alle scimmie. Il caso è stato sollevato dal sito ebraico Ynet che racconta come l’alta guida spirituale della comunità ebraica d’Israele, durante una delle prediche settimanali, abbia prima utilizzato dei termini denigratori nei confronti di una persona di colore, per poi passare a paragonarla ad una scimmia.

I commenti di Yitzhak Yosef sono stati definiti “assolutamente inaccettabili” dalla Lega Antidiffamazione, un’organizzazione di New York dedicata alla lotta contro l’antisemitismo e il razzismo.

Il suo ufficio ha detto che stava citando un passaggio dal Talmud – il libro della legge ebraica. Yosef rappresenta gli ebrei sefarditi di Israele di origine mediorientale e nordafricana.

In precedenza aveva corteggiato polemiche per aver suggerito che le donne secolari si comportassero come animali perché si vestono in modo immodesto.