PUTIN CONCEDE LA GRAZIA AGLI ATTIVISTI DI GREENPEACE E ALLE PUSSY RIOT

0
16

La camera ha votato a favore dell’amnistia che il presidente Vladimir Putin ha proposto per celebrare il ventesimo anniversario della costituzione postsovietica della Russia. Il testo finale concede l’amnistia a chi viene condannato a reati che prevedono meno di cinque anni di reclusione e per gli imputati di reati minori in attesa di giudizio, incluso quello di “teppismo”, e alle madri di figli minori.

Il provvedimento, che probabilmente entrerà in vigore il 19 dicembre dopo la pubblicazione sulla gazzetta ufficiale, amnistia nella quale possono rientrare sia gli attivisti di Greenpeace sia le musiciste delle Pussy Riot.

Barack Obama, il suo vice Joe Biden, la First Lady Michelle, comunque non saranno presenti all’inaugurazione delle Olimpiadi Invernali del prossimo 2014; nessun ex presidente Usa ci sarà: diserteranno la cerimonia inaugurale delle Olimpiadi invernali di Sochi. E questo è già uno schiaffo per Vladimir Putin.

Comments

comments