L’EUROPARLAMENTARE SERNAGIOTTO A DIFESA DEL SETTORE ITTICO

0
43

L’Onorevole Remo Sernagiotto ha presentato al Parlamento Europeo un’interrogazione scritta per affrontare il problema delle calamità naturali che stanno colpendo il settore ittico.

“Nel mese di marzo 2015 – spiega Sernagiotto – i pescatori del mar Adriatico hanno subito gravi danni alle loro imbarcazioni, alle boe e alle reti da pesca a causa delle forti mareggiate con venti che spiravano oltre i sessanta nodi. A causa dei cambiamenti climatici a livello globale questi fenomeni stanno diventando sempre più frequenti e di una notevole intensità: la situazione va affrontata anche a livello europeo per supportare chi si trova a subire queste situazioni”.

Da quando l’Onorevole è a Bruxelles sta lavorando per instaurare un rapporto diretto con il mondo pesca, un mondo che si trova a vivere grandi difficoltà e che spesso non riesce a far sentire la propria voce a livello istituzionale.

“In alcune aree tra le regioni Abruzzo e Molise – continua l’Onorevole – le imprese del settore delle mitilicolture sono state particolarmente colpite e si possono già stimare danni quantificabili in milioni di euro. Inoltre, i disastri provocati dalle tempeste marine hanno comportato perdite anche per l’intero indotto ittico locale. I pescatori che hanno perso gli strumenti e i mezzi per lavorare si ritrovano a far fronte a seri problemi finanziari. Voglio farmi portavoce di questi pescatori in UE: bisogna studiare un programma di tutela della categoria. Il comparto è di rilevanza strategica per l’Italia e l’Europa, ma esposto a evidenti rischi”.

Comments

comments