Unione Europea: scambio informazioni fiscali, occasione mancata

0
23

Nel parere posto in votazione martedì, il Parlamento ha definito l’accordo tra gli Stati membri UE sulla condivisione automatica di informazioni relative ai regimi fiscali delle multinazionali come un'”occasione mancata” per compiere un importante passo in avanti nella lotta al “tax planning” e alla compensazione fiscale ingiusta.

I deputati sono insoddisfatti perché l’accordo raggiunto dal Consiglio “Economia e Finanza” (ECOFIN) il 6 ottobre scorso, restringe indebitamente sia la portata del progetto di direttiva sullo “scambio automatico” sia l’accesso della Commissione a queste informazioni. La risoluzione è stata approvata con 572 a favore, 90 contrari e 30 astensioni.

“Delusi” Commentando l’accordo del Consiglio, il relatore Markus Ferber (PPE, DE) ha affermato: “Se questo dovesse essere il testo finale, gli Stati membri avrebbero perso una grande occasione per raggiungere una maggiore trasparenza nella politica fiscale. I bilanci nazionali continuano a essere in sofferenza. Abbiamo bisogno di una procedura per tutta l’UE che sia obbligatoria e sistematica. Al momento, le autorità fiscali nazionali non si rendono conto che gli accordi sui regimi fiscali creati in altri Stati membri stanno minando le basi della loro politica fiscale. Le autorità fiscali dovrebbero essere obbligate a scambiare informazioni sui regimi fiscali e a renderle disponibili in un database centrale presso la Commissione europea”.

Comments

comments