L’idea di farsi rispettare a Bruxelles convince gli italiani

La nuova rilevazione di Ipsos per il Corriere della Sera conferma il consenso di più della metà degli intervistati per le mosse del ministro dell’Interno riguardo al caso Aquarius e al tema migranti. Ma, come rilanciato stamane da Il Fatto Quotidiano, è soprattutto l’idea di farsi rispettare a Bruxelles che convince il 68% degli italiani.

E alzare la voce a Bruxelles paga. A dirlo sono i numeri. Stando all’ultimo sondaggio infatti, ben 2 italiani su 3 apprezzerebbero la “linea dura” del ministro dell’interno e vicepremier Matteo Salvini, che da circa due settimane sta tenendo duro sulla questione migranti, lanciando messaggi ai propri partner europei e conducendo una politica che implichi l’impegno comune su questioni decisamente delicate. La sua gestione dal caso Aquarius, attraccata stamane in Spagna, a Valencia, ha convinto secondo lo stesso sondaggio ben più della metà degli italiani: raggiungendo un grado di soddisfazione pari al 59% dei votanti.

“L’idea che serviva fare la voce grossa – lasciando in mare la nave della ong Sos Méditerranée con a bordo 629 migranti, si legge sul F.Q. – per ottenere di più dall’Europa, è condivisa addirittura dal 68% degli intervistati e conquista totalmente gli elettori di Lega (93%), Forza Italia (89%) e anche Movimento 5 stelle(86%). Un elettore su tre ritiene che Salvini ha fatto bene, perché così a Bruxelles ora dovranno ascoltare le ragioni dell’Italia. Solo il 17% degli intervistati pensa invece che questa mossa non farà altro che aumentare l’isolamento del nostro Paese all’interno delle istituzioni europee. Sono soprattutto gli elettori dem a schierarsi in questo modo, ma il 26% è comunque dalla parte del ministro dell’Interno”.