Nelle scorse ore era scoppiato un vero e proprio “caso diplomatico” dopo che, a seguito del rifiuto dell’Italia di accogliere la nave Ong Aquarius, sia la Francia che la Spagna avevano espresso il loro biasimo nei confronti della posizione italiana.

In particolare avevano fatto scalpore le dichiarazioni rilasciate dal premier francese Emmanuel Macron e dal suo entourage che avevano definito “vomitevole” il comportamento italiano. A seguito di quelle dichiarazioni Giuseppe Conte, premier italiano, aveva minacciato di annullare il viaggio istituzionale in Francia se prima non fossero pervenute delle scuse ufficiali da parte dello Stato Francese.

Nella tarda serata di ieri, durante un colloquio telefonico tra Conte e Macron, sono arrivate le scuse ufficiali. Macron attraverso una nota ufficiale dell’Eliseo ha dichiarato a mezzo stampa di “non aver mai fatto alcuna dichiarazione con l’obiettivo di offendere l’Italia e il popolo italiano”.

Contestualmente ha sottolineato di “aver sempre difeso la necessita’ di una maggiore
solidarieta’ europea con il popolo italiano”, aggiungendo come “l’Italia e la Francia debbano approfondire la loro cooperazione bilaterale ed europea per condurre una politica migratoria efficace con i Paesi d’origine e di transito, attraverso una migliore gestione europea delle frontiere e attraverso un meccanismo europeo di solidarietà e di assistenza dei rifugiati”.