Paolo Borchia lancia la sua sfida per una nuova Europa

Sarà candidato per le elezioni europee anche il veronese Paolo Borchia, persona chiave nella creazione dell’alleanza identitaria che vede la Lega assieme al Front National e allo FPOE.

Paolo Borchia, veronese, 38 anni, è il coordinatore federale di “Lega nel Mondo”, ruolo occupato prima di lui dall’attuale vicepremier Matteo Salvini e dal Ministro alla Famiglia e alle Disabilità Lorenzo Fontana. In Lega dal 2000, a Bruxelles dal 2010, Paolo Borchia è oggi consigliere politico del gruppo identitario dell’Enf (Europe of Nations Freedom); un “tecnico” del parlamento europeo, in grado sin da subito di lavorare per portare a Verona e in Veneto nuove risorse per investimenti e sviluppo del territorio. “Mi sono laureato – afferma Borchia – in scienze politiche all’Università di Padova e dopo un’esperienza giovanile nell’impresa familiare di lavorazione del marmo e una collaborazione nel settore dei servizi finanziari è iniziata la mia avventura Europea come capo della segreteria di Lorenzo Fontana”.

Nel dicembre 2013, in occasione del Congresso Federale del Lingotto, a Torino, congresso che porterà all’elezione di Matteo Salvini a Segretario della Lega, mi sono dedicato alle relazioni sfociate nella creazione dell’alleanza identitaria con il Front National, l’FPOE, il PVV e il Vlaams Belang”. 

Sull’esito di queste elezioni europee Borchia è ottimista. “La Lega” conclude Borchia “sta costruendo una coalizione di grande forza per essere protagonista del cambiamento di questa Europa, stringendo alleanze determinanti per gli assetti futuri. E avrà i numeri per contare e per portare la maggioranza sui nostri temi. Porteremo a Bruxelles professionalità, competenza, passione e voglia di cambiare”.