Ambiente e design della moda: Trentino Art Academy in prima linea per la sensibilizzazione

"Siamo convinti che il tema della progettazione sostenibile, soprattutto per i corsi di design e fashion design, possa essere un importante pilastro su cui differenziare la nostra offerta formativa“

Nella foto a sinistra l'Assessore alla cultura, all'istruzione e all'Università Mirko Bisesti e a destra la Direttrice dell'Accademia Silvia Zanetti

TRENTO. Si terrà venerdì 3 maggio l’evento Sustainable beauty”: nuove visioni per il settore della moda. Un evento a cui parteciperà, come ospite esterna, la nota fashion designer Evelina Marconi, già professoressa di “Technology and aesthetics of textiles” alla Domus Academy di Milano e alla Image Investment, nei corsi di fashion design e fashion communication.

Durante l’evento, che si terrà in concomitanza con la lezione di fashion design nelle aule della Trentino Art Academy, in via dei Solteri 56, si parlerà dei rapidi cambiamenti che stanno ridefinendo, da un paio di anni a questa parte, il settore della moda; oggi in rapido mutamento anche e soprattutto in relazione alle tematiche ambientali, a cui l’opinione pubblica e i consumatori sono sempre più sensibili e attenti all’interno delle logiche di mercato e di acquisto.

“Riteniamo fondamentale – ha ribadito la Direttrice dell’Istituto Silvia Zanetticome Accademia di Belle Arti trentina, fare cultura e valorizzare approcci metodologici che integrino i principi di sostenibilità e di economia circolare come elementi imprescindibili. Il rispetto ambientale è, per il nostro territorio, un elemento di grande riconoscibilita’ sia a livello nazionale che internazionale. Siamo convinti che il tema della progettazione sostenibile, soprattutto per i corsi di design e fashion design, possa essere un importante pilastro su cui differenziare la nostra offerta formativa“.

E proprio soffermandosi e dando attenzione a queste importanti tematiche l’Accademia di belle Arti di Trento avrà il piacere di ospitare una delle massime esperte nel campo del fashion design. L’evento, in attesa dell’OPEN DAY di venerdì 10 maggio (qui per avere maggiori info), è aperto a tutti dalle 10 alle 12 e sarà una importante occasione per porre, con occhio critico e attento, qualche riflessione sul settore della moda e le sfide (anche ecologiche e ambientali) che da qui in avanti lo riguarderanno.