Martedì 8 maggio a Trento verrà presentato: “Bora. Istria, il vento dell’esilio”

0
167

Martedì 8 maggio alle 17.00, nella Sala degli Affreschi della Biblioteca comunale di Trento, il Comitato provinciale di Trento dell’Associazione nazionale Venezia-Giulia e Dalmazia, in collaborazione con la Fondazione Museo storico del Trentino, propone la presentazione del libro “Bora. Istria, il vento dell’esilio” di Anna Maria Mori e Nelida Milani (Marsilio, 2018). Sarà presente anche il sindaco di Trento Alessandro Andreatta.

Cos’è stato davvero l’esodo istriano del secondo dopoguerra? Come ha cambiato la fisionomia e le sorti di un territorio? E come ha stravolto le vite dei molti esuli e di quei pochi che scelsero di rimanere?
Nemmeno il tempo è stato capace di cancellare il trauma subito, che via via è riemerso dalle pieghe della storia per andare incontro a una dolorosa rielaborazione. Anna Maria Mori, che con la famiglia lasciò la nativa Pola per l’Italia, ha sentito il bisogno di ripercorrere quelle vicende attraverso il confronto epistolare con Nelida Milani, che a suo tempo decise invece di restare, rinunciando alla lingua, a molti affetti, alle consuetudini di un mondo che, con ferocia, veniva snaturato.

Il dialogo che anima le pagine del libro “Bora. Istria, il vento dell’esilio” restituisce intatta, a distanza di settant’anni, la condizione di estrema fragilità e spaesamento, il dolore di un popolo diviso: l’umanità dei “rimasti” e quella degli “andati”.

Nell’incontro dell’8 maggio l’autrice Anna Maria Mori dialogherà con Alessandro Andreatta, sindaco del Comune di Trento Roberto De Bernardis, presidente ANVGD – Comitato provinciale di Trento e Giuseppe Ferrandi, direttore della Fondazione Museo storico del Trentino.