NoN festival 2017: parte il 1° settembre

0
15

Venerdì 1 settembre, alle 18, ai laghetti di Ruffré al Bait Dal Pizagn, si inaugura la quarta edizione del NoN festival con le fotografie di Ivo Corrà e i contributi video di Francesca Centonze e Santiago Torresagasti, dedicati alle prime tre edizioni sui temi: “abbandono” nel 2014, “resilienza” nel 2015, “corrispondenze” nel 2016. Ivo Corrà presenterà inoltre il suo progetto fotografico “A Nord di Trento a Sud di Bolzano” in mostra presso il Bait al Pizzagn per tutta la durata del Festival.
La serata sarà speziata da un buffet gastronomico a cura del Bait e dalla travolgente musica del gruppo folk rock bolzanino Zio Cantante.

La “Frontiera nascosta” sarà il tema di questa edizione, riferito anche al sottile confine culturale e linguistico, oltre che geografico, che nell’alta val di Non divide paesi vicinissimi fra loro, parlanti dialetto nòneso gli uni, e tedesco tirolese gli altri. Tra Nònesi e Nonsberger, la somiglianza delle strategie di adattamento all’ambiente della montagna è contraddetta da molti aspetti della cultura, della struttura sociale e dell’ideologia.
Il passo della Mendola con i suoi luoghi/non luoghi, strutture per lo più abbandonate, ancora una volta si presta a inscenare quel recupero, ripensamento, risignificazione dei luoghi di frontiera, che sono caratteristica del NoN festival sin dalla prima edizione.

Il NoN prosegue sabato  e domenica con un denso programma dalla mattina a notte, con spettacoli di musica, danza, teatro, poesia, cinema e foto, conferenze, installazioni e laboratori creativi. Ingresso libero.

Rispondi