Filiera corta della carne trentina: Fugatti (LN) opta per il locale

0
28

Il documento dell’OMS, secondo cui carni rosse e carni lavorate sarebbero cancerogene, ha sollevato un vero e proprio vespaio tra preoccupazioni e discussioni di ogni genere.

Siamo certi, nonostante le polemiche in corso, che la qualità della carne trentina non debba essere messa in discussione da uno studio – che tra le altre cose non fornisce dati certi ma mere ipotesi – poiché sappiamo bene l’amore, la passione e il lavoro degli allevatori e il rispetto che questi ultimi hanno delle normative in materia. Assurdo creare una psicosi di tale portata mentre poi l’Unione Europa vota a favore della semplificazione della norma che introduce il consumo di insetti, vermi, larve, scorpioni, alghe, nuovi nanomateriali e coloranti sulle tavole degli europei; prodotti che non avrebbero gli stessi controlli a cui è sottoposta la carne! Oppure permetterebbe l’importazione di cosmetici, abbigliamento, giocattoli e cibo cinesi che sappiamo bene siano nella maggior parte dei casi davvero rischiosi per la salute e più volte oggetto di confisca da parte della Guardia di Finanza in Italia!

A questo punto ci chiediamo se davvero la carne rossa costituisca un pericolo così grave come riportato dall’OMS…noi, certi dei prodotti a Km0, non ne faremo a meno!

Comments

comments