MANIFESTAZIONE DEI CACCIATORI DEL VENETO PRESSO LA FIERA DI VICENZA

0
20

L’Associazione Cacciatori Veneti-CONFAVI e l’Associazione Enalcaccia Pesca e Tiro hanno deciso di organizzare una grande manifestazione dei cacciatori del Veneto nella giornata di sabato 25 gennaio 2014 a partire dalle ore 15,00 presso la Fiera di Vicenza (Sala Palladio).

Sono stati invitati a questa manifestazione tutti i cacciatori aderenti a tutte le associazioni venatorie del Veneto. Sono stati invitati anche tutti gli assessori regionali del Veneto, tutti i consiglieri regionali di tutte le forze politiche presenti in Consiglio regionale del Veneto, tutti i deputati eletti in Veneto in rappresentanza di tutte le forze politiche presenti in Parlamento nazionale ed in Parlamento europeo. Scopo della manifestazione è quello di sensibilizzare tutte le forze politiche sulle problematiche che continuano ad affliggere i cacciatori del Veneto, iniziando dal pericolo di approvazione della nuova proposta di Piano Faunistico Venatorio Regionale recentemente adottata dalla Giunta regionale del Veneto che, se venisse approvata dal Consiglio regionale, comporterebbe danni irreparabili alla caccia ed ai cacciatori del Veneto.

Ricordiamo che in questa singolare proposta di nuovo Piano Faunistico Venatorio Regionale presentato dalla Giunta regionale del Veneto, è previsto, tra le tante nefandezze, l’aumento della quota associativa a carico dei cacciatori, fino a sei volte l’attuale, per pagare i danni provocati dalla fauna selvatica; la drastica riduzione del territorio cacciabile; l’innalzamento degli indici di densità venatoria con la conseguente espulsione di un numero notevole di cacciatori dagli attuali ATC e Comprensori alpini; l’esautorazione dei cacciatori dal diritto di partecipare all’assemblea dei soci degli ATC; l’applicazione di nuove, ulteriori ed inaccettabili limitazioni all’esercizio dell’attività venatoria.

L’incontro pubblico del 25 gennaio 2014 avrà anche lo scopo di richiedere a tutte le forze politiche di ripristinare le cacce tradizionali in Veneto, a partire dalle cacce in deroga, così come esplicitamente previsto e consentito da tutte le normative vigenti, sia a livello nazionale che a livello europeo.

Durante l’incontro alla Fiera di Vicenza del 25 gennaio 2014 non mancheremo di ricordare a tutte le forze politiche la richiesta di veder semplificate le normative sugli appostamenti ad uso venatorio, che attualmente prevedono una serie di ingiustificati, costosissimi e complicatissimi adempimenti di natura burocratica.

I cacciatori del Veneto ed i portatori della Cultura rurale vogliono vedere fatti concreti da coloro che, indipendentemente dallo schieramento politico di appartenenza, sono stati chiamati a rappresentare i cittadini veneti a tutti i livelli istituzionali.

Comments

comments