RUGBY: L’OLTREFERSINA SCONFITTO A TESTA ALTA.

0
34

Sul campo di Madrano di Pergine, l’Oltrefersina Sirena Rugby è stato chiamato alla prima prova di maturità del campionato. Ospite in Valsugana è questa volta il Rugby Trento capolista e squadra favorita per la vittoria finale, reduce dalla brillante vittoria contro il Valpolicella. L’Oltrefersina ha dalla sua tre vittorie consecutive e il fattore campo, fino ad oggi rimasto inviolato. Lo scontro di vertice era molto sentito e atteso sia a Pergine che a Trento considerando che staff tecnico e alcuni giocatori rossoverdi, negli anni passati, sono stati tra i fondatori e protagonisti proprio nell’organico del Rugby Trento. Quindi partitella amichevole in famiglia? Tutt’altro! La gara è stata un confronto a viso aperto, sempre corretto ma agonisticamente duro e avvincente. La sfida inizia subito con i “Sirenotti” arrembanti e il Trento, più sornione e guardingo, che appare sorpreso da tanto ardore. I rossoverdi si spingono con decisione nella metà campo avversaria, ed alla prima occasione al 5 min., realizzano con Taffelli, i primi 3 punti su calcio piazzato. L’Oltrefersina si ritrova cosi, per circa 20 minuti a capo della classifica! Il sogno inconfessabile sembra lentamente prendere corpo. Nelle rimesse laterali, l’Oltrefersina vince tutte le sue rimesse e riesce a rubare o “sporcare” molte di quelle aquilotte mentre, nelle mischie ordinate, si fa sentire l’esperienza e la tecnica degli avanti gialloblù, soprattutto in prima linea. Al 20 minuto Taffelli fallisce di un niente il calcio di punizione del possibile 6 a 0 e, subito dopo, il Trento realizza con Gadler la prima meta frutto di un azione corale degli uomini di mischia fissando il punteggio sul 5 a 3 per il Trento. Il confronto si fa veramente divertente per i numerosi spettatori presenti sugli spalti, le due compagini si confrontano con agonismo, impostando le proprie azioni secondo i piani tattici preparati dai rispettivi staff tecnici, dove ognuno, sfruttando i propri punti di forza, cerca di prendere il sopravvento sugli avversari. . L’Oltrefersina continua a mettere molta pressione sui trequarti avversari inducendoli in passaggi in avanti o giocate subito stoppate. E’ un piacere osservare come una squadra esordiente in serie C riesca a competere seriamente anche con la prima in classifica. Coach De Marco e il suo vice Calculli continuano a credere fermamente nei loro ragazzi dando il massimo per far crescere ancora questo gruppo e questo progetto così ambizioso. Tornando alla cronaca della partita il Trento, al 35 minuto, mette in sicurezza il risultato grazie ad una splendida giocata del mediano d’apertura che sfruttando un mancato placcaggio della difesa rossoverde, riesce a schiacciare la palla in meta portando il punteggio, dopo il calcio di trasformazione, sul 12 a 3 per il Trento. Nel secondo tempo i rovesciamenti di fronte si fanno più numerosi, la tenuta atletica è molto buona per entrambe le compagini e fino alla fine si combatte su ogni pallone, per la soddisfazione degli allenatori e del pubblico. Il Trento, con il trascorrere del tempo, prende inesorabilmente in mano il pallino del gioco e tenta, più volte, di rompere la linea difensiva rossoverde con accelerazioni e spostamenti del gioco veloci e sfiancanti per chi difende.

Da segnalare la prestazione dei piloni gialloblù C. Fabrizio e R. Nicolodi, due ball-carrier  sempre insidiosi negli avanzamenti.

da sinistra: il vice allenatore Calculli e l'allenatore De Marco del Sirena Rugby
da sinistra: il vice allenatore Calculli e l’allenatore De Marco del Sirena Rugby

E proprio sfruttando le caratteristiche del veloce pick & go e delle maul avanzanti dei propri uomini di mischia che il Trento riesce a realizzare altre tre mete durante il secondo tempo. Ma i Sirenotti non mollano mai e difatti a pochi minuti dal termine della gara riescono a perforare la difesa gialloblù con Giovannini che realizza una meta su azione avviata da capitan Rizzi. C’è solo il tempo per il tentativo di trasformazione di Taffelli e l’arbitro Alessio Comai pone fine a questa bellissima gara con il triplice fischio. La partita finisce 31 a 8 per il Trento, che ha meritato il risultato soprattutto in virtù della sua capacità di sfruttare cinicamente quei pochi errori che la difesa perginese a concesso durante la gara. Per l’Oltrefersina venti minuti di primato in classifica, una meta alla migliore difesa del campionato (solo quattro mete subite in sette gare!!!), e tante buone indicazioni su molte cose positive e su altrettante su cui bisognerà continuare umilmente a lavorare con sacrificio e volontà di migliorarsi.

È importante sottolineare che, come sempre accade nel Rugby, la gara si è conclusa con il fatidico “Terzo Tempo” a cui hanno partecipato tutti gli atleti, dirigenti, allenatori delle due squadre insieme all’arbitro. Birra e deliziosi canenderli fumanti con spezzatino preparati dai bravissimi cuochi Silvano Dell’Andrea ed Elio Sartori, veri esempi di volontariato solidale, vanto e risorsa della Polisportiva Oltrefersina. La festa è poi andata avanti fino a tarda ora, tutti a festeggiare insieme l’amicizia che questo sport cementa e fa si che sia sempre più seguito e amato.

Oltrefersina Rugby 8 – Rugby Trento 31 (mete 1 – 5)

Marcature Oltrefersina Sirena: Primo Tempo: 5 min. c.p. Taffelli, 75 min meta Giovannini.

Oltrefersina Sirena Pergine V.: 15 Forin, 14 Fontana Mario (65 min. n.21 Lorenzi), 13 Da Ronch, 12 Taffelli, 11 Gottardi, 10 Campregher (60 min n.20 Alfieri), 9 Gazzina, 8 Rizzi, 7 Ferrari, 6 Giovannini, 5 Fontana Mauro (45 min. n.17 Dossi), 4 Svaldi (70 min. n.18 Defrancesco), 3 Stefani (70 min. n.19 Cagol), 2 Dalle Fratte, 1 Mancosu (60 min. n.16 Mattivi). n.e. n.22 Boschini. All. De Marco – V. All. Calculli

Comments

comments