Gasparri: “La Gabanelli? Ha l’arroganza tipica della gente di sinistra”

"Le hanno fatto una ottima proposta, questa arroganza di chi dice 'io faccio il direttore' è tipica della gente di sinistra"

0
32
BOLOGNA, ITALY - FEBRUARY 13: Italian journalist Milena Gabanelli attends the opening day of the New Master in Journalism at the Philosophy and Communication Department of the Universita degli Studi of Bologna Alma Mater Studiorum on February 13, 2017 in Bologna, Italy. (Photo by Roberto Serra - Iguana Press/Getty Images)

Maurizio Gasparri è intervenuto ieri mattina ai microfoni di ECG, il programma condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio su Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano.

Gasparri ha parlato di centrodestra: “Il centrodestra sarà unito alle prossime elezioni politiche. Ora siamo nettamente in testa nei sondaggi. In una campagna elettorale noi andiamo almeno 3 o 4 punti sopra alla Lega, sono pronto a scommetterci, basta vedere quello che accade quando Berlusconi va in un supermercato. Tajani? E’ il presidente del Parlamento Europeo, non è una scoperta. E’ una persona naturalmente nella leadership europea. Non credo che lascerebbe la presidenza del parlamento europeo per candidarsi alle elezioni italiane. Dopo la tornata elettorale potrebbe aprirsi una discussione. Gentiloni arrivò terzo alle primarie del Pd a Roma e ora fa il Premier. Tajani a maggior ragione potrebbe essere un leader di Governo. Se dalle discussioni e dalle verifiche successive al voto venisse fuori il suo nome, Antonio avrebbe tutti i titoli per fare il Premier. Alla griglia di partenza del Gran Premio Tajani parte dalle primissime file, Gentiloni era nelle retrovie, sconfitto da Marino e Sassoli alle primarie di Roma”

Sulle critiche rivolte da molti a Libero e a Il Giornale: “I capi dell’ordine dei giornalisti tacciono davanti a menzogne e a campagne basate su falsità ma quando un titolo fanno Libero e Il Giornale partono subito all’attacco. Trovo patetico questo impegno, biasimo quelli che hanno criticato Libero, ha fatto dei titoli, se poi uno viola il codice penale ci sono le persone preposte per verificarlo. L’ordine dei giornalisti è l’ordine di Don Abbondio, tace contro i presunti potenti e inveisce solo contro taluni. E’ un ordine farisaico e ipocrita. I flussi migratori hanno alimentato il rischio di riproporsi di alcune patologie che avevamo debellato”.

Su quello che accade in casa Rai: “Il contratto di Fazio è roba da procura della repubblica, è uno spreco vergognoso di decine di milioni di euro. Controlleremo gli ascolti, la fiction la domenica sera garantiva dei risultati eccellenti. Trovo ignobile questa decisione della Rai, Fazio prima o poi ne pagherà le conseguenze nell’indignazione popolare. Il caso Fazio è uno sconcio. Per quanto riguarda la Gabanelli? E’ stata proposta condirettore per fare un’attività sulla rete con 40 redattori. 40 persone per agire sulla rete sono una quantità enorme. Lei ha rifiutato perché la reginella gabanella pretende di dirigere una testata. Ha detto ‘voglio una testata’, io sono contro la violenza e quindi ricordando Zidane dico a tutti di non dare testate alla Gabanelli. Lei non le invochi, che qualcuno potrebbe equivocare. Le hanno fatto una ottima proposta, questa arroganza di chi dice ‘io faccio il direttore’ è tipica della gente di sinistra. Se lei ha rifiutato questa proposta vuol dire che è arrogante, la reginella Gabanella non deve essere esaudita. E l’audizione in vigilanza Rai sarebbe sconcertante”.

Rispondi