Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia è diventato “nonno” in un sol colpo di tre “nipoti”; questa volta però non c’è nessun fiocco da appendere alla porta della sua residenza di Arcore, perché i fortunati neo genitori sono Dudù e la “moglie” Dudina, i cani dell’ex premier e della sua compagna Francesca Pascale.

Dudù e Dudina hanno dato alla luce tre splendidi cuccioli, che come dichiarato dalla Pascale sui suoi profili social, rimarranno a vivere coi genitori nella villa di Arcore; sia Berlusconi che la sua compagna si sono detti molto felici per il lieto evento.

La nascita dei tre cuccioli ha comportato anche alcuni momenti drammatici, visto che i cuccioli sono nati di cinquantanove giorni e quindi molto prematuri rispetto alla data prevista. Solo grazie al pronto intervento di un “pool” di veterinari con a capo la dottoressa Silvia Cattani, è stato possibile salvarli e consegnarli alle amorevoli cure della madre Dudina.

Berlusconi da sempre molto legato al cane della Pascale, come dimostrato anche dalle molteplici apparizioni ufficiali e non, si è detto subito molto felice. Resta ora solo da vedere come verrà recepita la notizia dall’opinione pubblica, da sempre poco tenera nei confronti dell’ex premier. Visto che la sua figura divide l’Italia tra chi lo ama e lo difende incondizionatamente, e chi lo detesta e lo critica a prescindere da tutto, non ci sarebbe da stupirsi se anche questa notizia desse adito a polemiche.

E’ ormai dalla famosa “discesa in campo” di Berlusconi che si è detto fin troppo, soprattutto considerando che le vicende relative alla sua sfera personale hanno a lungo riempito le pagine dei rotocalchi italiani, mettendo in secondo piano le sue azioni politiche in favore di quelle private, rendendo il cavaliere alla stregua di uno dei tanti protagonisti della cronaca mondana agli occhi del popolo italiano e internazionale.

Già nel Maggio del 2014, con le elezioni europee alle porte, la figura di Dudù era diventata un caso mediatico viste le critiche che Beppe Grillo, figura di spicco del Movimento 5 stelle, aveva rivolto durante un comizio a Berlusconi e al suo cane, usando il “gossip cinofilo” come pretesto per attaccare il leader forzista.

Non ci resta quindi che aspettare le reazioni del mondo politico e mediatico per una notizia che al massimo dovrebbe far gioire coloro che sono amanti degli animali e non essere invece pretesto per inutili polemiche.

Carlo Alberto Ribaudo

Comments

comments